Canone Rai speciale, proroga scadenza al 30 giugno 2020

Canone Rai speciale, il decreto Cura Italia ne ha prorogato la scadenza al 30 giugno 2020. Vediamo chi deve pagarlo e quali sono gli importi annuali.

Canone Rai speciale, la scadenza per il pagamento è stata oggetto di proroga al 30 giugno 2020.

Ricordiamo che il canone Rai speciale è quello dovuto da chi detiene una o più radio o TV nella propria attività, quindi in esercizi aperti al pubblico, e che li utilizza per scopi di lucro.

Il decreto Cura Italia ha fatto slittare la scadenza per il pagamento del canone speciale a fine giugno.

La scadenza originaria invece era prevista per il 30 aprile: il provvedimento dà quindi più tempo agli esercizi pubblici per pagare il canone speciale, visto il momento di crisi economica e la chiusura forzata di tante attività.

Canone Rai speciale, proroga scadenza al 30 giugno 2020

Il canone Rai speciale è quello che devono pagare le attività aperte al pubblico, come alberghi, bar, ristoranti, filiali di banca. Tutte quelle attività o locali al di fuori dell’ambito familiare, che utilizzano radio e tv a scopo di lucro -diretto o indiretto-.

La scadenza originaria entro cui effettuare il versamento era fissata al 30 aprile, ma visto che la maggior parte delle attività commerciali sono chiuse per effetto delle misure di contenimento del contagio, il pagamento è slittato al 30 giugno.

È il decreto Cura Italia che ha previsto la proroga della rata trimestrale del canone Rai speciale.

La Rai inoltre ha comunicato sul proprio sito che fino al 31 maggio non saranno inviate nuove cartelle di pagamento inerenti il canone di abbonamento speciale.

Specifichiamo che la scadenza per chi paga il canone Rai ordinario con modello F24 rimane al 30 aprile.

Canone Rai speciale, proroga scadenza al 30 giugno 2020: gli importi dovuti

Il canone Rai speciale è dunque diverso da quello ordinario, che invece è quello dovuto da chiunque abbia un apparecchio televisivo.

Mentre il canone ordinario è pari a 90 euro, e gli utenti lo pagano direttamente all’interno della bolletta elettrica, l’importo del canone speciale varia in base alla categoria delle attività.

Ad esempio, per le strutture ricettive con una sola TV (come bar, ristoranti, studi professionali) l’importo è di 203,70 euro annui.

Gli alberghi a 5 stelle e 5 stelle superior con un numero di camere pari o superiore a cento, pagano invece 6.789,40 euro all’anno.

Di seguito la tabella degli importi dovuti in base alle categorie di appartenza.

Per le radio invece il canone speciale è stato unificato per tutte le tipologie e categorie, e l’importo annuale è pari a 29,94 euro.

Iscriviti alla newsletter

Money Stories