Calcolo reddito di emergenza: ecco quanto spetta

Reddito di emergenza: importo di base pari a 400,00€ il massimo è pari a 840,00€. Ecco come effettuare il calcolo.

Calcolo reddito di emergenza: ecco quanto spetta

Reddito di emergenza, quanto spetta? I criteri per il calcolo del nuovo sostegno per il reddito delle famiglie sono molto semplici e sono spiegati chiaramente nel Decreto Rilancio.

Tuttavia per chi non avesse dimestichezza con la normativa vigente potrebbe essere necessario un ulteriore chiarimento sul calcolo del reddito di emergenza così da capire quanto effettivamente spetta con questa misura introdotta dal Governo per dare un supporto alle famiglie che in questo periodo di crisi economica non hanno altro di cui vivere.

Come noto, il reddito di emergenza verrà riconosciuto per due mensilità, dopodiché non verrà rinnovato (salvo una proroga da parte del Governo). Per l’importo si applicano le stesse regole previste per il calcolo del reddito di cittadinanza, ma con alcune modifiche; ecco tutte le istruzioni operative per farsi un’idea di quanto spetterà con il nuovo Rem.

Reddito di emergenza: come si calcola?

A differenza del reddito di cittadinanza, il nuovo Rem non è un’integrazione al reddito familiare. L’importo, infatti, è fisso e dipende esclusivamente dal numero di componenti del nucleo familiare che lo richiede.

Nel dettaglio, l’importo di base per la persona sola è di 400,00€; questo viene rideterminato tenendo conto della composizione del nucleo familiare utilizzando lo stesso parametro di scala di equivalenza previsto per il reddito di cittadinanza.

Capire qual è il valore del parametro di scala del proprio nucleo familiare è molto semplice. Come prima cosa bisogna attribuire un valore pari a 1 al richiedente del beneficio. Dopodiché dovrete aggiungere per ogni componente ulteriore del nucleo familiare un valore pari a:

  • 0,4 in caso di persona maggiorenne;
  • 0,2 in caso di persona minorenne.

Dopo aver calcolato il parametro di scala relativo al proprio nucleo familiare questo va moltiplicato per il valore di base pari a 400,00€; il risultato equivale all’importo spettante al vostro nucleo familiare a titolo di reddito di emergenza.

Attenzione: nel caso in cui il vostro reddito familiare sia superiore a questo valore, o anche qualora un componente del nucleo abbia un contratto di lavoro subordinato con retribuzione lorda pari o superiore allo stesso, il reddito di emergenza non spetta.

In ogni caso è importante sapere che il parametro di scala di equivalenza non può comunque superare 2. Anche per i nuclei familiari molto numerosi, quindi, il massimo dell’importo percepibile è pari a 800,00€.

L’unica eccezione è rappresentata dai nuclei familiari dove è presente un disabile grave o persona non autosufficiente; in questo caso il parametro di scala di equivalenza può arrivare fino a 2,1, con l’importo massimo pari quindi a 840,00€.

Calcolo reddito di emergenza: esempi

Per maggiore chiarezza abbiamo preparato una tabella che riassume alcuni casi tipo con i relativi importi riconosciuti a titolo di reddito di emergenza. Basta individuare il caso in cui rientra il vostro nucleo familiare per capire quanto spetta.

Composizione nucleo familiare Importi reddito di emergenza
Persona sola 400€
Due persone maggiorenni 560,00€
Una persona maggiorenne e un minorenne 480,00€
Due persone maggiorenni e un minorenne 640,00€
Tre persone maggiorenni 720,00€
Una persona maggiorenne e due minorenni 560,00€
Due persone maggiorenni e due minorenni 720,00€
Quattro persone maggiorenni 800,00€
Due persone maggiorenni e tre minorenni 800,00€
Quattro persone maggiorenni di cui uno disabile grave o non autosufficiente 840,00€

Iscriviti alla newsletter

1 commento

foto profilo

Schef • 14 maggio

Io sono pensionato con un importo mensile di 640 euro, da gennaio non percepisco più la pensione di cittadinanza perchè il mio ISEE è passato da 6390 a 10180, mi appartiene il reddito di emergenza che prevede un ISEE di 15000 euro?

Money Stories