Azioni FCA in rialzo: il motivo nei dati vendite auto in Europa

Violetta Silvestri

17/12/2020

12/04/2021 - 17:06

condividi

FCA in evidenza a Piazza Affari: dopo la pubblicazione dei dati immatricolazioni auto in Europa, la società scambia in territorio positivo. Quali novità?

Azioni FCA in rialzo: il motivo nei dati vendite auto in Europa

Le azioni FCA stanno guadagnando a Piazza Affari nella seduta mattutina.

La pubblicazione dei nuovi dati sulle immatricolazioni auto in Europa nel mesi di novembre hanno confermato scenari cupi per il comparto.

Fiat Chrysler Automobiles, però, ha mostrato segnali incoraggianti, pur evidenziando lo stesso trend di vendita negativo come i principali altri gruppi europei.

C’è, quindi, un distinguo rispetto alle grandi aziende del continente e questo è bastato a spingere in rialzo le azioni FCA. Cosa hanno svelato i dati sul settore auto di novembre?

Le azioni FCA avanzano nello scenario (nero) del settore auto

Acea, Associazione europea delle case automobilistiche, ha pubblicato oggi, 17 dicembre, i dati sulle immatricolazioni registrate nel mese di novembre.

Pandemia e lockdown si sono confermati driver negativi per il comparto.

Nel dettaglio, le vendite di nuove auto europee sono diminuite dopo che i Paesi hanno introdotto restrizioni più severe per frenare un’altra ondata di coronavirus, con le immatricolazioni che probabilmente scenderanno ulteriormente con i nuovi blocchi natalizi.

La Germania, per esempio, ha imposto un blocco quasi totale dal 16 dicembre al 10 gennaio e altri Paesi si stanno accodando a questa strategia.

Le immatricolazioni di auto nuove sono scese quasi del 14% a novembre. A parte un piccolo balzo a settembre, le vendite sono diminuite tutto l’anno e del 26% nei primi 11 mesi del 2020.

Solo nell’Unione Europea, il calo è stato evidente nel mese in esame: -12% rispetto al -7,8% di ottobre.

Quale performance di Fiat Chrysler? Il guadagno a Piazza Affari è il segnale di dati meno negativi dell’attesa: le azioni FCA stanno scambiando a 14,51 euro, a +1,37% nel momento in cui si scrive.

Il motivo è nascosto in questi numeri: -4% e 65.091 unità nelle nuove immatricolazioni di novembre. La quota di mercato è aumentata al 6,2% (5,6% nel 2019). Solo Toyota ha fatto meglio del gruppo (-1,9%), che in Europa è risultato il meno colpito dal drastico calo.

FCA, quindi, si è messa in evidenza per una diminuzione di vendite più modesta delle altre case automobilistiche. Volkswagen ha perso il 14,1%, PSA il 12%, Daimler il 15,5% e Bmw l’8%.

Le immatricolazioni sono state soddisfacenti per FCA sia nel mercato italiano, dove hanno registrato un +1,6% a novembre, sia in Germania. Qui il marchio ha ottenuto un balzo del 32%.

Stando alle indiscrezioni di Milano Finanza, inoltre, le azioni FCA stanno beneficiando anche della notizia di un emendamento approvato in Parlamento per rilanciare il settore auto. Ci sarebbero incentivi da 750 milioni di euro non solo tutti i veicoli, elettrici e a benzina e gasolio.

Iscriviti a Money.it

Trading online
in
Demo

Fai Trading Online senza rischi con un conto demo gratuito: puoi operare su Forex, Borsa, Indici, Materie prime e Criptovalute.