WhatsApp, arriva la pubblicità: cosa cambia davvero

WhatsApp avrà la pubblicità: l’arrivo è previsto per il 2020. Ecco cosa cambia e come saranno implementati spot e ads per la popolare app di messaggistica.

WhatsApp, arriva la pubblicità: cosa cambia davvero

La pubblicità su WhatsApp: un binomio tanto temuto e a lungo vociferato che dal 2020 diventerà realtà. La popolare app di messaggistica inserirà al suo interno spot e ads personalizzati come su Instagram e Facebook, in modo da permettere ad aziende e brand di investire in inserzioni pubblicitari su WhatsApp. Ma come sarà e cosa cambia davvero all’interno dell’app?

Non è la prima volta che si parla di pubblicità su WhatsApp e i rumor oggi trovano la conferma ufficiale anche attraverso diversi screen che permettono di dare uno sguardo in anteprima su come saranno inseriti i vari annunci all’interno dell’applicazione di messaggistica più utilizzata al mondo.

Luca Colombo, direttore di Facebook Italia, aveva parlato della questione già diversi mesi fa a margine dell’EY Digital Summit (evento che riunisce i più grandi nomi dell’economia italiana per discutere riguardo i cambiamenti tecnologici del nostro Paese) di Capri, segnalando l’arrivo di spazi pubblicitari su Whatsapp nel corso di quest’anno. La data di debutto sembra ora essersi spostata al 2020.

Cosa cambierà per noi utenti? Dobbiamo temere l’arrivo di spazi pubblicitari invasivi che potrebbero mettere a rischio l’uso di un’applicazione così fondamentale nel quotidiano?

Pubblicità su Whatsapp: ecco come e cosa cambia

Alle domande poste sopra possiamo, per il momento, rispondere con no: le future pubblicità su Whatsapp verranno sì implementate nell’app, ma solo per quanto riguarda gli stati e le stories. In modo simile alle Instagram Stories, aprendo le storie dei nostri contatti Whatsapp potremmo imbatterci in forme di advertisting per prodotti e servizi pensati su misura per noi (su Instagram si ha una pubblicità ogni tre storie visualizzate). Per quanto riguarda gli stati, al posto delle consuete frasi alcuni contatti potrebbero presentare messaggi pubblicitari personalizzati.

Grazie alle immagini provenienti dal Facebook Marketing Summit tenutosi in Olanda possiamo anche visualizzare per la prima volta come saranno le pubblicità su WhatsApp e come appariranno all’interno dell’app.

Whatsapp e la pubblicità: niente banner

Per il momento l’arrivo della pubblicità sembrerebbe limitarsi ai soli stati e stories. Nessun banner invasivo tra le conversazioni o in chat, come garantito dai responsabili dell’applicazione. Non dobbiamo temere quindi uno spam fastidioso e martellante: negli interessi dei vertici di Whatsapp c’è il mantenere ancora vivo e popolare il sistema di messaggistica istantanea, garantendone l’uso agli investitori.

In molti ipotizzavano l’inserimento di alcuni banner all’interno delle varie conversazioni presenti in app, ipotesi che per il momento sembra essere stata scongiurata.
Voi cosa ne pensate? Siete contrari all’inserimento di pubblicità su Whatsapp?

Ti potrebbe interessare Perché WhatsApp non sarà mai sicuro

Iscriviti alla newsletter Tecnologia per ricevere le news su Whatsapp

Condividi questo post:

Trading online
in
Demo

Fai Trading Online senza rischi con un conto demo gratuito: puoi operare su Forex, Borsa, Indici, Materie prime e Criptovalute.