Eni Gas e Luce: falsi call center e chiamate truffa, come difendersi

Matteo Novelli

30 Gennaio 2020 - 17:20

condividi
Facebook
twitter whatsapp

Chiamate truffa da Eni Gas e Luce: falsi call center sfruttano il noto marchio energetico proponendo insistenti offerte vantaggiose. Ecco come difendersi e cosa fare.

Eni Gas e Luce: falsi call center e chiamate truffa, come difendersi

Chiamate insistenti da Eni Gas e Luce? Attenzione: potrebbe trattarsi di una truffa mascherata a regola d’arte, che simula il sedicente operato di un falso call center ai danni degli utenti che rispondono alle varie telefonate senza accorgersi dell’inganno. Come riconoscere i truffatori e cosa fare per difendersi?

A lanciare l’allarme è stata la stessa Eni Gas e Luce che ha diffuso un comunicato ufficiale derivato dalle numerose segnalazioni fatte dagli stessi consumatori, contattati da finti operatori nel tentativo di mettere in piedi una vera e propria truffa.

Falsi call center e chiamate che nascondono truffe rappresentano purtroppo un problema serio e all’ordine del giorno: Eni è intervenuta facendo direttamente leva su un problema che si ripropone con cadenza quasi periodica. Ecco cosa sta succedendo.

Truffa falso call center Eni Gas e Luce: cosa fare e come proteggersi

Basta rispondere al telefono, senza essere sufficientemente informati, per cadere in una truffa elaborata: sfruttare un marchio popolare come Eni, magari proponendo vantaggiosi sconti e offerte, consente ai truffatori di abbracciare un pubblico decisamente ampio in grado di abboccare al tentato raggiro fornendo dati sensibili che finiscono così facilmente nelle mani sbagliate.

Nella nota diffusa via mail, Eni sottolinea di essere a conoscenza della portata del problema: “

in questo periodo stiamo ricevendo numerose segnalazioni da parte di nostri clienti che dichiarano di essere stati contattati telefonicamente da soggetti che si spacciano per operatori di Eni gas e luce ma che propongono offerte di altri fornitori di gas ed elettricità, spesso utilizzando in maniera pretestuosa motivazioni quali una presunta scadenza dei contratti e un conseguente aumento delle tariffe

”.

Un modus operandi assolutamente illegale e che inganna gli utenti facendo accettare, e sottoscrivere, contratti che appartengono in realtà ad altri fornitori. Per difendersi, oltre ad accertarsi della reale provenienza di questi piani a consumo proposti, è possibile bloccare il numero riconosciuto come impostore impedendo di essere ricontattati

Eni ha messo a disposizione anche un numero verde dedicato al riconoscimento della effettiva veridicità della telefonata: contattando al 800.869.829 è possibile verificare rapidamente se la telefonata ricevuta risulti veritiera o meno, scongiurando così di imbattersi in una contrattazione fraudolenta.

Ti potrebbe interessare Truffe telefoniche: cosa fare e a chi rivolgersi

Argomenti

# ENI
# Truffa

Iscriviti alla newsletter

Money Stories