Se ho 57 anni, quando andrò in pensione?

Lorenzo Rubini

30 Ottobre 2021 - 19:41

condividi

Capire la data del pensionamento diventa impellente, soprattutto per i lavoratori che sono ormai vicini.

Se ho 57 anni, quando andrò in pensione?

Quando si può accedere alla pensione? L’età pensionabile varia in base ai contributi versati e l’anticipo pensionistico, prima dei 67 anni, resta possibile solo per chi ha versato un numero di anni di contributi che gli permette di accedere ad una pensione anticipata, ordinaria o in deroga.

Rispondiamo ad una lettrice di Money.it che ci scrive:

“Buongiorno. Ho letto il vostro articolo e credo che l’anno d’età più colpito sia il mio. Sono del 1964 ho 57 anni e 35 anni di contributi. Mi domando, ma quando andrò in pensione? Si parla ancora di scivoli? Ci sono alternative? Pensare che dovrò raggiungere i 67 anni con i miei problemi di salute, mi sta scoraggiando molto. Vorrei capire di più sull’argomento. Grazie molte. Saluti.”

Quando andrò in pensione?

Per chi non è riuscito a centrare la quota 100 entro la fine del 2021 le cose si complicano riguardo una possibile uscita anticipata. Con una quota 100 strutturale, in effetti, fra 5 anni (al compimento dei 62 anni) avrebbe potuto lasciare il lavoro per pensionarsi con 40 anni di contributi. Invece dovrà attendere ancora.

Certamente, potrebbero prorogare l’opzione donna e permettere l’accesso anche a chi raggiunge i requisiti nel 2022 (ovviamente non si sa se questo accadrà e per saperlo dovremo attendere la manovra del prossimo anno) ma effettivamente questa misura è troppo penalizzante in molti casi al punto che molte lavoratrici non la prendono neanche in considerazione. Il ricalcolo interamente contributivo dell’assegno, infatti, comporta in alcuni casi tagli delle somme spettanti che toccano il 30%.

La prima possibilità di pensionamento coi i suoi requisiti, stante l’attuale normativa, è al raggiungimento dei 41 anni e 10 mesi di contributi, fra circa 7 anni. Ma deve mettere in conto anche il fatto che fino al 31 dicembre 2026 i requisiti di accesso alla pensione anticipata sono bloccati e non si adeguano, quindi, all’aspettativa di vista ISTAT. Ma dal 1 gennaio 2027, se non interviene un’altra norma al riguardo, ritorneranno a crescere di 2 mesi ogni biennio.

In ogni caso, anche se si sta scoraggiando, deve ritenersi fortunata visto che in un caso o nell’altro riuscirà ad andare in pensione prima dei 67 anni mentre moltissimi lavoratori e lavoratrici, anche a causa di carriere discontinue, non sono riusciti a maturare i contributi che gli permetteranno l’anticipo e dovranno, per forza di cose, scegliere il pensionamento di vecchiaia.

«Se hai dubbi e domande contattaci all’indirizzo email chiediloamoney@money.it»

Argomenti

Iscriviti a Money.it