Prezzo oro dopo Brexit: conviene comprare? Ecco fino a dove può salire

Prezzo dell’oro sostenuto dalle conseguenze della Brexit: fino a dove può arrivare il rialzo della quotazione del metallo giallo?

Il forte rialzo del prezzo dell’oro dello scorso venerdì ha offerto un’anticipazione su quello che potrebbe essere il futuro della quotazione del metallo prezioso.
Il rally dell’oro continuerà? Conviene comprare ora?

Alcuni analisti ritengono che ormai sia solo una questione di tempo per un ritorno del prezzo dell’oro a quota 1.500 dollari o anche a 1.900 dollari l’oncia.
Nonostante il ribasso di oggi, sulla scia del gran recupero delle borse, il prezzo dell’oro potrebbe ancora salire.

Prezzo dell’oro: forte rialzo con la Brexit

I futures sull’oro sono schizzati di circa 100 dollari l’oncia nella sola sessione di venerdì a seguito della notizia della vittoria del SI alla Brexit e della prossima uscita del Regno Unito dall’Unione Europea.

Gli investitori sono stati presi alla sprovvista ed hanno acquistato subito l’oro, noto bene rifugio.
Ma la Brexit avrà effetti ben più grandi sui mercati finanziari mondiali e sulle valute, oltre che sulle decisioni future di politica monetaria da parte delle maggiori banche centrali al mondo. Questo significa che il prezzo dell’oro potrebbe salire ancora di più.

Oro scende martedì sulle prese di profitto

Gli investitori stanno preferendo trarre profitto dal posizionamento sull’oro dopo aver portato la quotazione ai massimi di luglio 2014. Dopo la vittoria della Brexit, tra il trambusto sui mercati finanziari sono stati in molti a rifugiarsi nell’oro. Tuttavia, la magia oggi sembra essere svanita: il prezzo dell’oro nella sessione di martedì è in ribasso dello 0.6% a $.316,80, dopo essere salito dello 0.7% lunedì.

La domanda per l’oro sta diminuendo con il rimbalzo delle borse e delle sterlina ma, dato il contesto di incertezza attuale, una simile reazione della quotazione del metallo giallo potrebbe essere davvero di breve durata.

Prezzo dell’oro: conviene comprare?

«La reazione timorosa del mercato ha fatto della Brexit l’evento più stressante che gli investitori abbiano visto dal fallimento di Lehman Brothers nel settembre 2008»,

ha commentato David Beahm, amministratore delegato della Blanchard e Co.

«Tutto questo è negativo per i mercati mondiali e il prezzo dell’oro è in corsa per aumentare ancora nel lungo termine a causa della Brexit e ad altre condizioni finanziarie modnaili negative».

Lo storico risultato del referendum nel Regno Unito ha gettato nella tempesta le borse di tutto il mondo e le borse europee hanno registrato il calo giornaliero peggiore in quasi otto anni. L’oro, invece, ha beneficiato della sicurezza suscitata negli investitori durante le crisi finanziarie.

Venerdì, il prezzo dell’oro con consegna ad agosto è salito a $59,30, ovvero del 4,7%, fino a quota $1.322,40 l’oncia, ai massimi di luglio 2014.

«La Brexit è un evento che succede una volta nella vita»,

ha detto Ned Schmidt, editor del Value View Gold Report.

«Tutti i fattori che andavano contro l’oro sono stati offuscati».

L’analista prevede una continuazione del rialzo dell’oro verso quota 1.400 dollari, con picchi che potrebbero portare la quotazione anche a 1.900 dollari l’oncia il prossimo anno.
E con alcuni paesi europei che potrebbero seguire le orme del Regno Unito, la situazione in Europa è destinata a peggiorare, secondo Naeem Aslam, capo analista di mercato di ThinkForex.

Aslam prevede che l’oro potrà «facilmente toccare» i $1.500 entro la fine di quest’anno.

Oro in salita, investitori scappano da svalutazione moneta

Ma le attese per un ulteriore rialzo del prezzo dell’oro non dipendono solo dalla Brexit. Ciò che accadrà in altri mercati, tra cui l’azionario e il Forex, avrà un impatto assai diretto sul futuro del metallo giallo.
La Brexit è «un evento monetario mondiale, con effetti distruttivi per le singole economie», ha dichiarato l’analista statunitense Brien Lundin.

«Il compito standard delle banche centrali è deprezzare la propria valuta»,

ha commentato.

«Ma se tutti cercano di svalutare la propria moneta, tra cui anche gli Stati Uniti, contro cosa possono deprezzarsi?».

«Solo l’oro riuscirà a salire tra simili turbolenze. E nel lungo termine, non sarà perché è un ‘bene rifugio’, ma perché è l’unica garanzia contro deprezzamento della moneta»,

ha aggiunto Lundin.

Iscriviti alla newsletter

Trading online
in
Demo

Fai Trading Online senza rischi con un conto demo gratuito: puoi operare su Forex, Borsa, Indici, Materie prime e Criptovalute.

Money Stories