Pensioni esodati, settima salvaguardia: in arrivo le lettere per le domande accolte

L’Inps sta provvedendo a inviare le lettere agli esodati che rientrano nella settima salvaguardia. Chi potrà andare in pensione?

L’Inps sta inviando agli esodati che ne hanno fatto richiesta le prime lettere che comunicano l’accoglimento della richiesta per rientrare nella settima salvaguardia.
Chi riceverà la lettera, quindi, potrà andare in pensione secondo le regole vigenti prima della riforma delle pensioni Fornero del 2011.
Il report completo di tutti gli esodati che rientrano all’interno della settima salvaguardia sarà pronto per la prima settimana di maggio.
Chi sono gli esodati che dovrebbero ricevere la lettera e andare in pensione? Chi risulterà escluso riceverà comunque una comunicazione da parte dell’Istituto?
Vediamolo di seguito.

Pensioni esodati: settima salvaguardia, chi riguarda?
La settima salvaguardia è stata predisposta con la Legge di Stabilità 2016 per tutelare gli esodati rimasti esclusi dalle misure di tutela precedenti.
La platea dei beneficiari della settima salvaguardia si compone di 26.300 esodati, così suddivisi:

  • 6.300 lavoratori collocati in mobilità o in trattamento speciale edile;
  • 9.000 lavoratori autorizzati alla prosecuzione volontaria della contribuzione;
  • 6.000 lavoratori cessati tra il 1°gennaio 2007 e il 31 dicembre 2012;
  • 2.000 lavoratori in congedo per assistere figli con disabilità grave;
  • 3.000 lavoratori con contratto di lavoro a tempo determinato e lavoratori in somministrazione con contratto a tempo determinato.
    Il termine utile per presentare domanda di accesso alla settima salvaguardia per chi fosse in possesso dei requisiti era il 1° marzo 2016.

Pensioni esodati: chi dovrebbe ricevere le lettere di accoglimento della settima salvaguardia?
Le lettere che certificano l’accoglimento della richiesta di accesso alla settima salvaguardia e, quindi, la possibilità per i beneficiari di andare in pensione secondo quanto predisposto dalle norme previgenti la riforma delle pensioni Fornero del 2011, verranno inviate a migliaia di lavoratori essendo finita la fase di verifica delle istanze.
Questa prima tornata di comunicazioni non riguarderà i lavoratori in mobilità, una delle novità di questa settima salvaguardia, i quali dovranno attendere più a lungo.
Non dovrebbero invece esserci problemi di contingenza dal punto di vista numerico per coloro che hanno usufruito dei permessi della legge 104/92 per assistere parenti in condizione di disabilità.

Pensioni esodati: le lettere dell’Inps sulla settima salvaguardia
Le lettere verranno inviate anche a coloro che hanno fatto richiesta di accesso alla settima salvaguardia, ma risultano esclusi. Le comunicazioni inviate dall’Inps sono infatti due: la certificazione con accoglimento dell’istanza o la lettera di esclusione.
Chi risulterà tra gli esodati salvaguardati potrà quindi accedere alla pensione che comunque non potrà avere decorrenza antecedente al 1° gennaio 2016. Non è previsto il pagamento di arretrati.

Iscriviti alla newsletter "Lavoro"

Argomenti:

Esodati Pensione

Condividi questo post:

Trading online
in
Demo

Fai Trading Online senza rischi con un conto demo gratuito: puoi operare su Forex, Borsa, Indici, Materie prime e Criptovalute.