Pensione con meno di 15 anni di contributi: come averla?

Per accedere alla pensione di vecchiaia è necessario aver versato almeno 20 anni di contributi ed aver compiuto almeno 67 anni di età. Ma ci sono delle eccezioni.

Pensione con meno di 15 anni di contributi: come averla?

Per accedere alla pensione di vecchiaia sono necessari almeno 20 anni di contributi maturati al compimento dei 67 anni di età. Vi sono delle deroghe, contenute nella legge Amato del 1992, che permettono il pensionamento a 67 anni anche a chi possiede solo 15 anni di contributi, a patto che risponda a precisi requisiti richiesti proprio dalla legge stessa. Ma cosa accade a chi ha versato meno di 15 anni di contributi? Quali sono le possibilità di accedere alla pensione di vecchiaia?

Rispondiamo ad un lettore di Money.it che ci scrive:

“Pensione come faccio ad averla con dodici anni di contributi?”

Pensione di vecchiaia senza 15 anni di contributi

Per chi non riesce a raggiungere i 20 anni di contributi diventa molto difficoltoso poter accedere alla pensione di vecchiaia. Se, poi, non si raggiungono neanche i 15 anni che consentono l’accesso grazie alle 3 deroghe Amato, le possibilità si assottigliano ancora di più.

L’unica alternativa è rappresentata dalla pensione di vecchiaia contributiva che si centra al compimento dei 71 anni e con soli 5 anni di contributi maturati.

Anche se potrebbe sembrare la misura ideale per chi ha versato pochi anni di contributi è da specificare che possono accedervi soltanto i lavoratori che ricadono interamente nel sistema contributivo e, quindi, coloro che hanno iniziato a versare i propri contributi dopo il 1995 oppure coloro che possono esercitare il computo nella Gestione Separata.

Se lei, quindi, ha iniziato a versare i suoi contributi prima del 1996 e non ha una posizione aperta nella Gestione Separata che le permetta di esercitare il computo, non può accedere a questa misura previdenziale.

Nella malaugurata ipotesi che non rientri in questa misura l’unica alternativa per ricevere una pensione previdenziale è quella di versare volontariamente i contributi che le mancano per raggiungere i 15 anni di contributi se rientra in una delle deroghe previste dalla Legge Amato 1992, oppure per raggiungere i 20 anni di contributi se non vi rientra.

«Se hai dubbi e domande contattaci all’indirizzo email chiediloamoney@money.it»

Argomenti:

Pensione

Iscriviti alla newsletter

Money Stories