Pensione anticipata caregiver: ci sono novità all’orizzonte?

Lorenzo Rubini

20 Settembre 2021 - 19:15

condividi

Per chi assiste un familiare con grave handicap vi è la possibilità di un pensionamento anticipato ma solo 2 misure lo offrono.

Pensione anticipata caregiver: ci sono novità all'orizzonte?

Il caregiver familiare è colui che si occupa e si prende cura di un congiunto con grave handicap ai sensi della legge 104 del 1992. Per queste figure la normativa previdenziale prevede la possibilità di un anticipo pensionistico visto che sono poste in uno dei profili di tutela che permette l’accesso sia all’Ape sociale che alla quota 41.

Rispondiamo ad una lettrice di Money.it che ci scrive:

“Buongiorno posso chiedere informazioni riguardo una pensione anticipata vivo con mio padre invalido al 100 % con accompagnamento lavoro per un piccolo comune come ausiliaria, ho 55 anni e 35 anni di contributi ho letto di novità per i caregiver per uscita anticipata dal lavoro, quanti anni in prospettiva dovrei lavorare ancora.”.

Pensione anticipata caregiver

Attualmente per chi assiste un familiare con handicap grave le uniche possibilità di pensionamento con agevolazione sono previste dall’Ape sociale e dalla quota 41.
L’Ape sociale, che dovrebbe essere prorogata con la prossima legge di Bilancio, permette l’anticipo a chi, avendo compiuto 63 anni e avendo versato almeno 30 anni di contributi, si prende cura da almeno 6 mesi di un familiare disabile convivente.

La pensione quota 41, invece, permette l’accesso ai lavoratori precoci (con almeno 12 mesi di contributi versati prima del compimento dei 19 anni di età) che assistono un familiare con grave handicap convivente e che hanno versato almeno 41 anni di contributi.

Alla quota 41 non può accedere per mancanza del requisito contributivo ma anche perchè, in base a età e contributi a me sembra che lei non rientri nella categoria dei precoci. All’Ape sociale, invece, non può accedere per la mancanza del requisito anagrafico.

Anche se nel corso dei tavoli di confronto per la discussione della riforma previdenziale sono state avanzate delle ipotesi di agevolazione per i lavoratori caregiver, attualmente nessuna di queste è stata ancora presa in considerazione.

Ovviamente con l’approvazione della nuova legge di Bilancio potrebbero essere inserite delle novità al riguardo e potrebbe essere permesso a questa categoria di lavoratori di accedere alla pensione con un certo anticipo, ma attualmente nulla è stato fatto al riguardo.

Le consiglio, quindi, di attendere la prossima legge di Bilancio per saperne di più sapendo che, in alternativa la sua prima possibilità di pensionamento è con l’anticipata ordinaria fra circa 7 anni (o con l’opzione donna, se dovesse essere prorogata per qualche altro anno, fra circa 4 anni considerando anche i 12 mesi di attesa).

«Se hai dubbi e domande contattaci all’indirizzo email chiediloamoney@money.it»

Argomenti

Iscriviti a Money.it