PIL Italia: quanto è crollato davvero negli ultimi mesi

Il PIL d’Italia sta continuando a crollare, ma di quanto? I due dati che fanno tremare

PIL Italia: quanto è crollato davvero negli ultimi mesi

Il PIL d’Italia è crollato a causa del coronavirus, che ha imposto all’esecutivo di Giuseppe Conte di introdurre misure restrittive con l’obiettivo di limitare la diffusione della pandemia.

Già i dati relativi ai primi tre mesi dell’anno hanno sancito l’entrata in recessione tecnica del Belpaese (vista la flessione già registrata a fine 2019).

Da marzo in poi però le cose sono andate ancora peggio e il lockdown ha avuto un impatto dirompente sul PIL d’Italia. Gli ultimi dati elaborati dall’Ufficio Studi Confcommercio hanno chiarito l’entità del crollo.

PIL Italia: quanto è crollato davvero?

L’analisi di Confcommercio non ha lasciato spazio a dubbi di alcun tipo. Dopo aver ricordato la debolezza di fine 2019, gli esperti hanno altresì puntato il dito contro la flessione osservata nel primo trimestre del 2020, arco di tempo in cui il PIL d’Italia è crollato di 4,8 punti percentuali.

A pesare sono stati in particolar modo gli ultimi due mesi, durante i quali l’economia italiana ha lasciato osservare tonfi a doppia cifra percentuale:

  • aprile: -24%
  • maggio: -16%

Tra il 2007 e il 2019, ha continuato il report, ciascun italiano ha perso oltre 21.600 euro di ricchezza; l’avvento del coronavirus non ha fatto che peggiorare le cose.

Tutto ciò si è andato a riflettere inevitabilmente anche sulle scelte degli italiani, molti dei quali hanno già confermato la propria intenzione di non andare in vacanza quest’anno viste le scarse disponibilità economiche.

D’altronde, il coronavirus ha colpito duramente molti nuclei familiari e ha determinato la perdita di numerosi posti di lavoro.

“Resta molto ampia la fascia di chi, dopo la riapertura del Paese, vede il futuro con pessimismo: il 52,8% vede «nero» per la propria famiglia, ma la percentuale sale al 67,5% con riferimento alle prospettive del Paese.”

Prima di poter parlare di completo recupero economico per il PIL d’Italia bisognerà aspettare ancora del tempo.

Argomenti:

Confcommercio

Iscriviti alla newsletter

1 commento

foto profilo

Cristina Ciccarelli • 26 maggio

Degli studi sociali portarono alla luce un aspetto che ho ritrovato in questo articolo ovvero la maggioranza degli-le italiani-e è pessimista, autolesionista e distruttivi-e. Questa emergenza epidemiologica ha riportato al pettine dei vecchi problemi della società italiana.

Trading online
in
Demo

Fai Trading Online senza rischi con un conto demo gratuito: puoi operare su Forex, Borsa, Indici, Materie prime e Criptovalute.

Money Stories