Mercati: le proposte di Hang Seng per riformare il principale indice di Hong Kong

Pierandrea Ferrari

22 Dicembre 2020 - 12:19

condividi
Facebook
twitter whatsapp

Hang Seng Indexes Co., la società che gestisce il principale indice della Borsa di Hong Kong, ha avanzato una serie di proposte per diluire il peso delle aziende più grandi: i dettagli.

Mercati: le proposte di Hang Seng per riformare il principale indice di Hong Kong

La Borsa di Hong Kong potrebbe essere vicina ad un cambiamento radicale. Questo, almeno, è quanto trapela dal board della Hang Seng Indexes Co., che nelle ultime ore ha avanzato delle proposte tese a diluire il peso delle aziende più grandi (soprattutto quelle cinesi) sul proprio indice.

L’indice Hang Seng, come noto, è un benchmark che funge da indicatore delle performance che vengono registrate sul mercato del territorio autonomo di Hong Kong. Un ritocco dei regolamenti che disciplinano attualmente l’indice avrebbe ripercussioni sull’intera piazza finanziaria, ma le proposte – come ammesso dai vertici della società – sono ancora in una fase di studio: i dettagli.

Hang Seng si prepara a cambiare il proprio indice

Un faldone di sedici pagine è stato presentato oggi – martedì 22 dicembre – dal board di Hang Seng Indexes Co., con l’ambizione di aprire un dialogo sul rinnovamento di cui la Borsa di Hong Kong avverte da tempo il bisogno (attese risposte entro il 24 gennaio).

Da quanto è trapelato sinora, l’indice Hang Seng dovrebbe mantenere una certa quota di titoli costituenti classificati come aziende di Hong Kong. Tra le misure al vaglio più rilevanti, inoltre, l’aumento del numero di titoli quotati sull’indice, che passerebbero ad una quota compresa tra sessantacinque e ottanta. In aggiunta, i vertici della società vorrebbero vedere al ribasso il tetto del peso dei titoli, scendendo all’8%: al momento, le cinquantadue aziende dell’indice Hang Seng non possono superare il limite del 10%.

L’intervento, come accennato precedentemente, è finalizzato a diluire il peso dei principali titoli quotati. A preoccupare soprattutto l’avanzata delle aziende cinesi, che negli ultimi anni hanno completamente inondato il mercato di Hong Kong.

Allo stato attuale, Hang Seng è ai suoi minimi degli ultimi diciassette anni rispetto al MSCI World – principale indicatore dei titoli globali – e, ben più importante, appare ormai datato rispetto al vicino mercato cinese dominato dai performanti giganti tech.

L’indice, del resto, non è nuovo a cambiamenti sostanziali per tenere il passo dei tempi. Lanciato nel 1969 con trentatré aziende costituenti, l’Hang Seng ha aperto le porte ad altri cinque titoli nel 2007, per poi passare alla formazione attuale: cinquantadue imprese per un valore che copre il 60% della capitalizzazione totale della Borsa di Hong Kong.

Argomenti

Iscriviti alla newsletter

Trading online
in
Demo

Fai Trading Online senza rischi con un conto demo gratuito: puoi operare su Forex, Borsa, Indici, Materie prime e Criptovalute.

Money Stories