Mega green pass: cos’è e come funziona la novità del decreto Natale

Alessandro Cipolla

24 Dicembre 2021 - 10:31

condividi

Una delle novità del decreto Natale è l’introduzione di quello che è stato ribattezzato come il “mega green pass”: vediamo di cosa si tratta, chi ne è in possesso e quando deve essere esibito.

Mega green pass: cos'è e come funziona la novità del decreto Natale

Che cos’è il mega green pass? Questa è la domanda che molti italiani si saranno fatti dopo aver visto, al termine della conferenza stampa dove il ministro Speranza ha illustrato i dettami del decreto Natale, questo termine in trend nei principali social.

Se da una parte è subito scattata l’ironia, facile fare il parallelo con il green pass detto super e invece quello base, mentre non sono mancate anche delle polemiche per un provvedimento che alla fine assomiglia molto al proverbiale topolino partorito dalla montagna.

Giusto per chiarire subito le cose, va specificato che per mega green pass si intende il certificato che che viene inviato a tutte quelle persone che hanno fatto la terza dose aggiuntiva oppure booster.

Al momento in Italia ne sono in possesso 16,8 milioni di persone, il 28% della popolazione, con il numero però destinato rapidamente a salire viste le tante prenotazioni in virtù anche della diminuzione della durata del green pass a 6 mesi a partire dal 1 febbraio, altro provvedimento questo inserito nel decreto Natale.

Quando serve il mega green pass

Al termine di una lunga discussione iniziata durante la cabina di regia e poi proseguita nel Consiglio dei Ministri, il Governo ha deciso che per il momento il mega green pass debba essere esibito soltanto per accedere nelle Rsa.

Chi è in possesso del super green pass potrà ugualmente entrare nelle strutture per anziani presentando un tampone negativo non più “vecchio” di 48 ore. Visto il periodo delle festività di Natale, saranno molte le persone che vorranno fare visita ai propri cari ospiti nelle Rsa.

In teoria il mega green pass doveva essere previsto anche per altri luoghi come discoteche, cinema, stadi e teatri, ma alla fine il Consiglio dei Ministri ha scelto di limitare il suo utilizzo in questa fase solo alle Rsa.

Considerando che le discoteche in virtù del decreto Natale resteranno chiuse dal 30 dicembre 2021 al 30 gennaio 2022, facile immaginare che al momento della riapertura potrebbe essere richiesto il mega green pass all’ingresso oppure il super green pass e un tampone negativo.

La proposta avanzata da diversi esperti di far fare i tamponi anche ai vaccinati, nelle ultime settimane ha diviso i partiti della maggioranza, di traverso si sarebbero messi in particolare Lega e 5 Stelle, con il Governo che alla fine sostanzialmente ha scelto di accantonare una proposta che però, nel caso di un peggioramento della situazione sanitaria, potrebbe tornare a essere d’attualità.

Argomenti

# Natale

Iscriviti a Money.it