Maturità 2020: «nessun cambiamento». Parola di Azzolina

Per la Maturità 2020 la ministra Lucia Azzolina ha annunciato che non ci sarà alcun cambiamento rispetto a quanto previsto dal suo predecessore Lorenzo Fioramonti. Intanto il Miur prepara un «manuale d’uso» per l’Esame di Stato.

Maturità 2020: «nessun cambiamento». Parola di Azzolina

Per la Maturità 2020 non ci sarà nessun cambiamento e ad annunciarlo è la ministra dell’Istruzione Lucia Azzolina al margine di un convegno.

Quanto presentato dal suo predecessore Lorenzo Fioramonti, dimessosi a Natale, resta valido a sentire la ministra: le buste all’orale sono eliminate e la traccia di Storia rientra tra le opzioni possibili per il tema di italiano della prima prova.

Sulle modalità di come si svolgerà l’esame orale della Maturità 2020 restano tuttavia ancora dei dubbi e intanto gli studenti attendono di sapere le materie della seconda prova, che resta mista e quali saranno affidate ai commissari interni e quali agli esterni. Le materie, come annunciato da Azzolina, verranno rese note a fine gennaio.

Maturità 2020: nessun cambiamento per Azzolina, eliminate le buste

Le buste all’orale della Maturità 2020 vengono eliminate e a confermarlo è la ministra dell’Istruzione Azzolina.

Dopo le dimissioni di Lorenzo Fioramonti alla vigilia del Natale 2019 molti si sono chiesti che cosa ne sarebbe stato delle sue idee di riforma per la Maturità 2020 e se quanto annunciato dallo stesso, in particolare l’eliminazione del tanto odiato sorteggio delle buste, sarebbe rimasto in vigore o eliminato dalla nuova inquilina di viale Trastevere.

La ministra Azzolina, già dalle sue prime dichiarazioni pubbliche nella nuova veste, aveva rassicurato sulla sua linea conforme a quella del predecessore in merito almeno alla Maturità 2020. In ultima la dichiarazione a margine di un convegno in cui ha detto:

“Stiamo lavorando: non ci saranno grandi cambiamenti, gli studenti devono avere la serenità di affrontare gli esami; non ho intenzione di grandi stravolgimenti. Le buste all’orale non ci saranno, la storia agli scritti ci sarà assolutamente, le materie usciranno a breve, siamo al lavoro".

Azzolina ha quindi rassicurato sui grandi cambiamenti che non ci saranno rispetto a quanto annunciato da Fioramonti. Intanto qualche dubbio resta per l’attesa Maturità 2020, non sulla seconda prova che ormai sembra chiaro sarà mista come lo scorso anno.

Maturità 2020: a breve un «manuale d’uso» per le prove

Se per la Maturità 2020 ancora le certezze sono poche la ministra ha Azzolina ha annunciato che a breve dal Miur arriverà un «manuale d’uso» per le prove. Attraverso un post su Facebook pubblicato il giorno del suo giuramento da ministra al cospetto del presidente della Repubblica Sergio Mattarella, Azzolina ha comunicato tra le altre cose che entro la fine di gennaio le materie delle prove per la Maturità 2020 saranno rese note.

Ha poi informato circa le indicazioni che arriveranno alle scuole nelle prossime settimane sullo svolgimento dell’Esame di Stato. Ha infatti scritto:

E poi lavoreremo all’ordinanza sugli Esami, un «manuale» d’uso che va semplificato: oggi è un documento voluminoso e non sempre chiarissimo per le commissioni. Cominciamo da qui a costruire strumenti più agili. Forniremo anche una risposta ai dubbi che stanno emergendo sugli ultimi cambiamenti annunciati.

Nello stesso post aveva già dato una prima speranza circa l’eliminazione delle buste all’orale per la Maturità 2020, oggi confermata. L’orale cambia anche se non si sa ancora bene come. Quello che possono fare gli studenti è attendere pazientemente ulteriori indicazioni dal Miur.

Iscriviti alla newsletter

Trading online
in
Demo

Fai Trading Online senza rischi con un conto demo gratuito: puoi operare su Forex, Borsa, Indici, Materie prime e Criptovalute.

Money Stories