Le regole fondamentali del money management

Il money management è uno dei fattori fondamentali per la costruzione di una strategia di trading vincente, a maggior ragione in situazioni in cui si utilizzano alti leverage, come spesso capita nel forex.

Le regole del money management sono perlopiù indicazioni di buon senso che però non sempre sono seguite nell’operatività quotidiana dalla maggior parte dei trader privati.

Vediamo quindi le regole principali da adottare per la corretta gestione ed allocazione dei capitali da investire:

  1. Non essere sottocapitalizzati. Importante è avere dei capitali adeguati allo strumento sul quale ci accingiamo ad operare e non prendere eccessivi rischi. Questi due princìpi aiutano a sopravvivere abbastanza a lungo per poter essere in condizione di prosperare. Esistono numerosi esempi di traders con piccoli capitali che sono stati «eliminati» velocemente all’inizio della loro carriera.
  2. Rischiare, nella singola operazione, solamente una piccola percentuale del capitale a disposizione, preferibilmente non più del 2% del proprio portafoglio. Si possono accumulare delle fortune, nel lungo periodo, anche facendo trading solo con 2-3 contratti per volta. L’importante è sopravvivere abbastanza a lungo per continuare a lavorare sul mercato, senza esserne «spazzati via» (wiped-out).
  3. Usare stop-loss reali. Inseriteli subito dopo aver assunto posizione sul mercato. Gli stop-loss «mentali» non funzionano! Mantenete il massimo draw-down contenuto (20-25%).
  4. Limitate il rischio del vostro intero portafoglio al massimo al 20%. In altre parole, se doveste subire stop-loss contemporaneamente in tutte le posizioni che avevate assunto, fate in maniera che vi rimanga ancora l’80% del capitale di partenza.
  5. Mantenete un rapporto risk/reward ad un minimo di 1:2 e preferibilmente 1:3 o più. In altre parole, per ogni pip di distanza dallo stop loss puntare a 2 o 3 pip per il take profit.
  6. Non aggiungete mai posizioni a posizioni che siano in perdita (average down). Se vi trovate dal lato sbagliato, contro mercato, ammettetelo rapidamente e chiudete la posizione. Il proprio EGO spesso è dannoso per il corretto trading.
  7. Cercate di bloccare (lock) almeno una parte dei guadagni che state realizzando. Se siete fortunati abbastanza da prendere un movimento sostanzioso in breve tempo, liquidate almeno una parte della posizione (spostando lo stop loss in territorio positivo ad esempio).
  8. Quando avete subìto una serie di loss consecutivi, fermatevi e rivalutate il mercato e la vostra metodologia di lavoro. Il mercato sarà sempre lì ad aspettarvi. Gann riassume il concetto nel suo libro «How to make profits in commodities», pubblicato più di 50 anni fà: «quando realizzate una serie di loss consecutivi, piccoli o grandi che siano, c’è qualcosa di sbagliato in voi, e non sul mercato. Il trend potrebbe esser cambiato. La mia regola è uscire ed aspettare. Studiare la ragione delle perdite. Ricordate che non perderete mai denaro stando fuori dal mercato».

Iscriviti alla newsletter Formazione Finanziaria

Argomenti:

Condividi questo post:

Trading online
in
Demo

Fai Trading Online senza rischi con un conto demo gratuito: puoi operare su Forex, Borsa, Indici, Materie prime e Criptovalute.