L’analisi tecnica è infallibile? No, il perché ce lo spiega il pollo di Bertrand Russell

L’analisi tecnica è una disciplina basata sull’analisi del passato per prevedere il futuro. Il «Pollo di Russell» ci dimostra come un metodo del genere possa essere ritenuto affidabile semplicemente fino a quando non lo è più.

L'analisi tecnica è infallibile? No, il perché ce lo spiega il pollo di Bertrand Russell

Chi ha letto Il Cigno nero di Nassim Taleb ricorderà certamente la storiella del tacchino, a sua volta presa in prestito da una «saggia» storiella di Bertrand Russell.

Riassumendo in breve: l’analisi tecnica è fallibile in quanto cerca di prevedere il futuro in base ai dati passati, dati che non sono necessariamente validi per prevedere il futuro.

Quindi la risposta alla domanda «l’analisi tecnica è infallibile?» deve essere necessariamente no, almeno se si vuole accettare la lezione data dal pennuto personaggio tirato in ballo dal filosofo inglese.

Il pollo di Russell

Il nostro volatile viene al mondo in un pollaio, ambiente in cui vige una regola ferrea: ogni giorno, alle 8 del mattino, il buon contadino passa e dà da mangiare al pollo ed ai suoi simili.

Poche cose sono stabili nella vita del pollo: un giorno fa caldo ed uno fa freddo, un giorno piove ed uno no, ma di certo la mattina alle 8 il contadino non mancherà di passare con il cibo.

Un bel giorno, alla vigilia di natale, il contadino passa alle 8 e tira fuori il pollo dal pollaio.
La fine del pollo era scontata, eppure imprevedibile per il pollo stesso!

Allo stesso modo ogni tipo di analisi dei mercati, l’AT in particolare, si basa sulla ricerca di similitudni ed analogie con il passato per prevedere il futuro.

Questo limite della conoscenza che spesso nascondiamo a noi stessi sta alla base del fenomeno che Taleb chiama «cigno nero»: un evento raro ed inaspettato che riesce a fare molti danni (o generare grandi fortune) proprio a causa della sua natura imprevedibile.

Perché allora l’Analisi Tecnica funziona spesso?

La risposta più semplice a tale domanda è che l’analisi tecnica, per sua stessa natura, alimenta le aspettative degli operatori di mercato in modo che gli stessi tendano a comportarsi come se fosse valida, e quindi avverandone le previsioni in buona parte dei casi.

Per esempio dei livelli di supporto che possono formarsi in modo relativamente casuale finiranno per attirare un tal numero di ordini di stop e di limite da causare effettivamente dei breakuot esplosivi all’eventuale rottura del supporto, il tutto solo per il fatto che la gran parte degli operatori hanno preso delle decisioni in base al concetto astratto di «supporto», concetto che diventa realtà solo grazie alla fallacia del metodo induttivo come strumento previsionale.

Sono quindi gli operatori del mercato a rendere infallibile l’analisi tecnica avverandone le previsioni con le loro azioni sul mercato e definendo così ogni volta gli stessi pattern anche grazie al fatto di averli individuati tutti e tutti preso posizione in relazione ad essi.

L’analisi tecnica quindi, per quanto non infallibile, è utilizzabile come strumento valido per definire livelli di ingresso e uscita non fosse per altro che per il fatto che anche gli altri attori del mercato fanno lo stesso, il tutto chiaramente fino al giorno in cui nel menù del contadino non appaia pollo il fatidico «pollo con patate», un piatto che vediamo servito sempre più spesso sui mercati negli ultimi anni.

Approfondisci il tema sul sito Scuola di Trading

Iscriviti alla newsletter

Trading online
in
Demo

Fai Trading Online senza rischi con un conto demo gratuito: puoi operare su Forex, Borsa, Indici, Materie prime e Criptovalute.

Money Stories