Invalido minorenne: cosa accade al compimento dei 18 anni?

Cosa accade al un invalido al 100% che compie la maggiore età? Sono necessari adempimenti per avere diritto alla pensione di invalidità civile?

Invalido minorenne: cosa accade al compimento dei 18 anni?

L’invalido al 100% che compie la maggiore età entra di diritto tra i beneficiari della pensione di invalidità civile oppure è necessari presentare apposita domanda all’INPS?

Rispondiamo ad una lettrice di Money.it che ci scrive:

“Salve, mia figlia ha compiuto 18 anni da pochi giorni.
Dalla nascita a causa di un’ agenesia polmonare destra e altre malformazioni cardiache è invalida al 100% di gravità con l’indennità di accompagnamento.
A ottobre avremo la visita all INPS di revisione,
Cosa accadrà ora che è maggiorenne? In automatico le verrà data la pensione?
O devo comunicare all’ INPS qualcosa? In attesa di una vostra risposta porgo cordiali saluti.”

Invalido al 100% che diventa maggiorenne

Ai minori titolari di indennità di accompagnamento e di comunicazione, al compimento della maggiore età e fermo restando il possesso dei requisiti previsti dalla legge, al compimento della maggiore età saranno riconosciute le prestazioni economiche previste per gli invalidi con età compresa tra 18 e 67 anni.

Per vedersi riconoscere, quindi, la pensione di invalidità civile al compimento della maggiore età non è necessario sottoporsi ad ulteriori accertamenti sanitari ma sarà necessario accertare i requisiti sociali e reddituali compilando il modello AP70.

Al raggiungimento dei 18 anni, quindi, è necessario presentare all’INPS il solo modello AP70 per attestare che l’invalido, diventato maggiorenne, sia in possesso dei requisiti reddituali per il diritto alla pensione di invalidità (che sarà erogata d’ufficio alla dimostrazione del possesso dei requisiti socio-reddituali).

Per chi, invece, è titolare di indennità di frequenza al compimento dei 18 anni è necessario l’accertamento sia delle condizioni sanitarie che degli altri requisiti reddituali richiesti per avere diritto alla pensione di invalidità. E’ possibile presentare domanda all’INPS 6 mesi prima del compimento dei 18 anni per vedersi riconoscere, al compimento della maggiore età delle prestazioni riconosciute agli invalidi maggiorenni.

Per sua figlia, quindi, invalida al 100% e già titolare di indennità di accompagnamento, sarà necessaria la presentazione del solo modulo AP70 per vedersi riconoscere la pensione di invalidità civile.

Modulo AP70

«Se hai dubbi e domande contattaci all’indirizzo email chiediloamoney@money.it»

Iscriviti alla newsletter

Money Stories