Decreto Agosto, novità: più tempo per i saldi e nuove regole per gli affitti brevi

Decreto Agosto: approvato al Senato il testo di conversione in legge. Novità per saldi e affitti brevi, diverse le proroghe per le scadenze fiscali.

Decreto Agosto, novità: più tempo per i saldi e nuove regole per gli affitti brevi

Nella notte il testo di conversione in legge del Decreto Agosto è stato approvato al Senato. E contestualmente sono state introdotte diverse novità al provvedimento contenente misure per 25 miliardi di euro contro la crisi economica legata alla pandemia da COVID-19.

Le modifiche attuate non sono economicamente rilevanti - visto che il budget a disposizione era di appena 250 milioni - ma comunque sono state sufficienti per generare polemiche. In particolare, vengono contestate le novità introdotte sugli affitti brevi, mentre per quanto riguarda i commercianti viene data loro la possibilità di prevedere nuovi saldi per la vendita della merce rimasta invenduta causa lockdown.

Ma vediamo nel dettaglio quali sono i nuovi provvedimenti contenuti nel Decreto Agosto e quali sono le novità attese con la conversione in legge del provvedimento.

Saldi più lunghi per i commercianti

Tra gli emendamenti approvati per il Decreto Agosto c’è quello che favorisce gli esercenti che hanno necessità di vendere la merce rimasta invenduta in magazzino causa chiusura obbligata imposta dal lockdown.

Nel dettaglio, viene autorizzata la “vendita in liquidazione” - quindi nuovi sconti - per tutti quegli esercizi commerciali - non alimentari - che abbiano scorte di prodotti da smaltire. I nuovi saldi potranno durare per altre 6 settimane e dovranno essere avviati entro 60 giorni dal termine dello stato di emergenza (al momento la scadenza è fissata al 15 ottobre, ma il Governo sta valutando la possibilità di estenderla fino al 31 gennaio 2021).

Questa novità potrà valere anche per le grandi catene di distribuzione che se vorranno prendere parte a questa operazione commerciale dovranno inviare una PEC preventiva al Comune di riferimento.

Più imprenditori di affitti brevi

Molte polemiche hanno riguardato il via libera della Commissione Bilancio riguardo all’emendamento che impone di considerare come svolta in forma imprenditoriale la locazione breve di quattro appartamenti. Una decisione che comporterà nuovi obblighi di tipo contabile e fiscale per coloro che danno in affitto dai 4 appartamenti in su.

Se da una parte il presidente di Confedilizia, Giorgio Spaziani Testa, ritiene che questa norma è stata “mal calibrata” e per questo andrà ad alimentare elusioni e sommerso (in quanto non riguarda solamente i turisti ma anche lavoratori e studenti), dall’altra c’è il Ministro dei Beni Culturali, Dario Franceschini, che difende la bontà del provvedimento in quanto questa norma “riporta i B&B allo spirito per cui sono nati, cioè ospitare le persone offrendo l’esperienza di vivere in una casa italiana”.

Decreto Agosto, le novità fiscali

Parimenti vengono introdotte anche novità fiscali. Ad esempio, è arrivata la proroga dal 30 aprile al 15 ottobre della sospensione per i pagamenti della Tosap, la tassa per l’occupazione di spazi e aree pubbliche.

Per bar e ristoranti la nuova scadenza della Tosap è invece fissata al 31 dicembre.

Stanziati poi 7,5 milioni di euro per finanziare una proroga al 30 settembre delle scadenze fiscali per PMI, Partite Iva e professionisti. In questo modo verrebbe data la possibilità a coloro che non hanno rispettato la scadenza del 20 agosto di saldare i propri debiti entro il 30 ottobre, pagando una maggiorazione dello 0,8% di quanto dovuto.

Nuovo congedo per le famiglie

Infine, viene data la possibilità ad uno dei due genitori di fruire della possibilità di ricorrere allo smart working qualora il proprio figlio minore di 14 anni sia in quarantena precauzionale.

In alternativa, questi potranno fruire di un congedo speciale retribuito al 50% e coperto da contribuzione figurativa.

Iscriviti alla newsletter

Money Stories