Concorsi pubblici: 5 consigli per prepararsi in poco tempo e avere successo

Giorgia Bonamoneta

5 Dicembre 2021 - 17:41

condividi

Come studiare per un concorso pubblico? Prepararsi e avere successo al primo tentativo non è semplice, ma si può fare. Ecco 5 consigli utili.

Concorsi pubblici: 5 consigli per prepararsi in poco tempo e avere successo

Partecipare a un bando di concorso pubblico può spaventare e mettere addosso una certa ansia da prestazione. Soprattutto perché, questo è evidente, vincere un concorso vuol dire sicuramente cambiare la propria vita e ottenere un posto di lavoro o uno stipendio sicuro.

Per questo prepararsi per un concorso può essere motivo di stress. Ci sono però alcuni semplici consigli per affrontare le o la prova al meglio e avere più possibilità di superare le varie selezioni.

Infatti è bene ricordare che ai concorsi pubblici non basta essere “più intelligenti”. L’aspetto più importante è essere preparati e quindi diventa necessario prepararsi e studiare su manuali e quiz. Vediamo insieme quali sono i consigli per studiare e per avere successo.

Concorso pubblico: i consigli generali per prepararsi

Non c’è un metodo più valido di un altro per studiare, come per il liceo o l’università; superare un concorso pubblico vuol dire studiare e ognuno ha il proprio metodo. Tentare una via diversa è però lecito, soprattutto se, dopo svariati tentativi, non si è riusciti precedentemente a entrare.

Una nota di avvertenza prima di elencare i 5 consigli. I consigli qui elencati non sono specifici per un concorso pubblico, ma rappresentano un metodo di studio generale e che permette di prepararsi in poco tempo per più tipologie di concorso.

Infatti è raro che una persona cerchi di partecipare a tutte le tipologie di concorso. Si sceglierà invece una direzione, la predilezione per una materia o un settore lavorativo. Fatte le dovute premesse, ecco i 5 consigli per preparare un concorso pubblico.

Concorso pubblico: i 5 consigli per prepararsi in tempo e al meglio

Vediamo quali sono gli aspetti fondamentali da tenere in considerare per prepararsi al meglio:

  • leggere bene il bando
  • organizzare il tempo
  • acquistare o trovare materiale per lo studio
  • ripasso e quiz
  • superare l’ansia

Consigli per superare il concorso pubblico: 1) leggere bene il bando

Può sembrare una banalità, ma leggere bene il bando è il primo passo per rendersi conto di quanto si dovrà studiare e cosa. Infatti, già a partire dalle date presenti sul bando di concorso si può iniziare a fare una scaletta per lo studio.

Senza dimenticare la parte più importante: gli argomenti e le materie. Sono quelle il vero motivo per il quale il bando va letto, per non perdersi una possibile prova. Uno dei test che maggiormente vengono schivati è quello di idoneità alla lingua inglese. Accanto alla preparazione sul tema specifico, bisogna infatti studiare e approcciare una lingua.

Consigli per superare il concorso pubblico: 2) organizzare il tempo

Altro aspetto fondamentale è la preparazione di una tabella di marcia. Non ci si può solamente buttare a capofitto nella lettura e nello studio dei testi, bisogna organizzare il tempo. Non solo serve per ottenere il massimo dei risultati, ma anche per non finire stressati e rischiare di non dare il massimo il giorno della prova.

Per questo è bene capire quanto tempo si ha a disposizione. Questo può variare molto, da un mese a 5/6 mesi e dipende dalla data di uscita del bando e se non ci sono state anticipazioni in merito. Infatti quando vengono annunciati con un certo anticipo si riesce ad avere fino a metà anno di tempo per studiare.

Consiglio: prendere un calendario nuovo, anche un’agenda, sul quale segnare i giorni e le ore da dedicare allo studio, al riposo, al tempo libero, allo sport e al ripasso.

Ma è solo quando si avranno testi e banche dati con domande e risposte che si potrà effettivamente dividere il materiale per giorni.

Consigli per superare il concorso pubblico: 3) acquistare o trovare materiale per lo studio

Per prepararsi al concorso pubblico sono disponibili diversi manuali di studio, alcuni più costosi di altri. Si possono anche trovare gratuitamente online, magari di qualche anno più vecchi.

Attenzione: studiare su un testo datato implica fare una ricerca per mettersi al pari con le informazioni.

Esistono però metodi più sicuri, cioè i corsi di preparazione. La direzione opposta è non comprare nulla e cercare di studiare in autonomia, magari seguendo lezioni su Youtube gratuite, ma è fortemente sconsigliato se si vuole tentare di vincere il concorso al primo tentativo.

Consigli per superare il concorso pubblico: 4) ripasso e quiz

Il giusto tempo deve essere lasciato per il ripasso. Infatti studiare, leggere e ripetere immediatamente potrebbe non essere un metodo abbastanza veloce.

Consiglio: per velocizzare i tempi la scelta migliore è seguire un metodo di studio a fasi che prevedono una pre-lettura con schematizzazione, una lettura, la compilazione di schede semplificate e il ripasso negli ultimi 10 giorni antecedenti la prova.

Ci sono online diverse prove relative agli anni precedenti e ai precedenti bandi. Un buon modo per prepararsi è affrontare quelle prove e magari discuterle con qualche gruppo di studio (anche virtuale) per confrontarle.

Consigli per superare il concorso pubblico: 5) superare l’ansia

Ultimo, ma non per importanza, è il consiglio relativo all’ansia. Questa infatti può giocare un ruolo fondamentale durante la prova, ma anche durante il percorso di studio. Pensare di studiare 2-5 mesi con l’ansia del giorno della prova è spaventoso.

Per questo confrontarsi con altre persone iscritte allo stesso bando di concorso potrebbe essere un buon modo per mitigare l’ansia. Un altro aspetto fondamentale è prendersi del tempo per sé stessi, intervallando lo studio con momenti di svago.

Sostieni Money.it

Informiamo ogni giorno centinaia di migliaia di persone in forma gratuita e finanziando il nostro lavoro solo con le entrate pubblicitarie, senza il sostegno di contributi pubblici.

Il nostro obiettivo è poterti offrire sempre più contenuti, sempre migliori, con un approccio libero e imparziale.

Dipendere dai nostri lettori più di quanto dipendiamo dagli inserzionisti è la migliore garanzia della nostra autonomia, presente e futura.

Sostienici ora

Argomenti

Iscriviti a Money.it