Chi era Bernie Madoff: il finanziere che orchestrò la più grande truffa con lo schema Ponzi

Martino Grassi

14/04/2021

14/04/2021 - 17:43

condividi
Facebook
twitter whatsapp

È morto Bernie Madoff, il celebre finanziere divenuto famoso per aver orchestrato una truffa con il più grande schema Ponzi della storia degli Stati Uniti.

Chi era Bernie Madoff: il finanziere che orchestrò la più grande truffa con lo schema Ponzi

È morto Bernie Madoff, il finanziere che orchestrò la più grande truffa con lo schema Ponzi, aveva 83 anni. La notizia è stata riportata da alcune fonti dell’Associated Press. Al momento Madoff stava scontando la sua pena nel carcere di Butner nella Carolina del Nord ed era in cura per una malattia renale terminale da diverso tempo.

Madoff è divenuto celebre per aver escogitato la truffa più grande degli Stati Uniti basata sullo schema Ponzi, nella quale erano caduti anche vip e personaggi illustri. Dal 2009, l’anno in cui ha fatto la sua confessione è stato condannato a scontare una pena pari a 150 anni di carcere.

Chi era Bernie Madoff: il finanziere che orchestrò la più grande truffa con lo schema Ponzi

Bernie Madoff, l’architetto di una delle maggiori truffe della storia, è morto in carcere per cause naturali. L’uomo aveva 83 anni e soffriva di una grave malattia ai reni. Nel 2009 aveva confessato di aver architettato una gigantesca frode miliardaria utilizzando lo schema Ponzi, ossia una catena di Sant’Antonio, che pare abbia coinvolto migliaia di persone in più di 120 Paesi, facendo registrare perdite per più di 13 miliardi di dollari.

Lo scorso anno gli avvocati di Madoff avevano chiesto che il loro assistito venisse trasferito agli arresti domiciliari proprio a causa delle sue condizioni di salute precarie, tuttavia la richiesta venne negata dai giudici. Madoff infatti è stato uno dei protagonisti delle pagine più nere della finanza americana, essendo l’artefice di una truffa miliardaria. Il sistema di Madoff si basava sullo schema Ponzi, in sostanza i rendimenti promessi agli investitori provenivano dai pagamenti dei nuovi arrivati, dando vita ad un sistema piramidale gigantesco che ha iniziato a crollare quando gli investitori, nel 2008, davanti ai mercati in preda ad una crisi di liquidità e fiducia, hanno cominciato a chiedere il rimborso non solo gli interessi, ma anche il capitale investito.

L’arresto per Madoff arriva nel dicembre del 2008, con l’accusa di aver truffato i suoi clienti e generando un ammanco di circa 65 miliardi di dollari, si tratta della più grande truffa di Wall Street. Il sistema elaborato dal finanziere aveva raggiunto anche volti celebri a livello Internazionale, come il regista Steven Spielberg, l’attore Kevin Bacon, l’ex proprietario dei New York Mets Fred Wilpon, il lanciatore della Hall of Fame Sandy Koufax e il premio Nobel per la pace Elie Weisel.

Un destino tragico ha colpito anche i figli dell’ex finanziere. Mark Madoff, il maggiore, due anni dopo la confessione del padre, si impiccò all’età di 46 anni nella sua abitazione a pochi passi dal figlio, allora infante. Andrew, il più giovane, venne colpito da una rara forma di cancro che solitamente colpisce le persone anziane, il linfoma mantellare. Dopo una lunga battaglia contro la malattia, anche il figlio più piccolo di Madoff, morì nel 2014 all’età di 48 anni.

Argomenti

# Truffa

Iscriviti alla newsletter