Cane senza guinzaglio, cosa si rischia?

Il guinzaglio è obbligatoria ogni volta che si porta il cane a spasso, anche se di piccola taglia e inoffensivo, pena la multa fino a 300 euro. In alcuni casi anche la museruola è obbligatoria. Ecco come rispettare la legge ed evitare le sanzioni.

Cane senza guinzaglio, cosa si rischia?

Si può portare il cane a spasso senza guinzaglio? Cosa si rischia?

Il guinzaglio è sempre obbligatorio, a prescindere dalla taglia e dal carattere mansueto dell’animale. Per i padroni che non rispettano questa regola è prevista una multa fino a 300 euro.

La museruola invece non è obbligatoria, tuttavia bisogna averla con sé ed applicarla sul cane quando vi è il rischio di nuocere la sicurezza altri. Ecco tutti i dettagli.

Cani a spasso, il guinzaglio è obbligatorio?

Non ci sono scuse, per portare il cane a spasso è sempre obbligatorio il guinzaglio, anche se si tratta di un cucciolo, di un animale di piccola o piccolissima taglia e se innocuo.

L’obbligo derivata dalla cosiddetta ordinanza Martini del 13 luglio 2016 che recita:

“Utilizzare sempre il guinzaglio per cani a una misura non superiore a mt 1,50 durante la conduzione dell’animale nelle aree urbane e nei luoghi aperti al pubblico, fatte salve le aree per cani individuate dai Comuni”.

Dunque, a meno che non si trovi in un’area specificamente attrezzata per i cani, in tutti gli altri luoghi che non siano la propria dimora il guinzaglio è obbligatorio.

Per quanto riguarda le aree extraurbane non esiste una norma generale sul guinzaglio dei cani, e quindi bisogna attenersi a quanto stabilito dalle leggi regionali, dove presenti in materia.

In ogni caso, a prescindere dal divieto espresso, i padroni dei cani sono sempre responsabili ex articolo 672 del Codice penale per i danni causati dall’omessa custodia o dal mal governo dei propri animali, principio ribadito dalla Corte di Cassazione in più occasioni.

Esistono delle deroghe all’obbligo del guinzaglio? La risposta è sì, ma valgono solamente per i cani delle Forze dell’ordine, della protezione civile, i cani da gregge e per quelli che assistono le persone con disabilità.

Cane senza guinzaglio: cosa si rischia

Chi porta a spasso il cane senza guinzaglio rischia una multa piuttosto salata: si va da un minimo di 50 euro fino a 300 euro se il cane si trova in una zona vietata agli animali.

Oltre alla sanzione amministrativa, il padrone del cane senza guinzaglio risponde anche sul lato penale se l’animale lasciato in libertà causa dei danni a cose e persone. Lo stesso vale anche per i danni causati dall’animale lasciato in custodia ad una persona inesperta, anche se munito di guinzaglio.

E la museruola?

Ora che abbiamo visto come funziona l’obbligo del guinzaglio e cosa si rischia, vediamo cosa dice la legge in merito alla museruola. L’ordinanza Martini del 2016 che abbiamo già citato prevede che la museruola sia

“da applicare al cane in caso di rischio per l’incolumità di persone o animali su richiesta delle autorità competenti”.

Questo significa che la museruola non è sempre obbligatoria, a differenza del guinzaglio, ma lo diventa solo se la situazione e il comportamento dell’animale sono tali da mettere a rischio l’altrui sicurezza. Per esempio la museruola sarà necessaria se il cane è notoriamente aggressivo e ci si trova in un ambiente frequentato da bambini piccoli.

Secondo la norma quindi, ogni padrone dovrebbe sempre essere munito della museruola, in modo da poterla applicare al cane se la situazione lo richiede o se viene chiesto dalla Autorità.

Iscriviti alla newsletter Lavoro e Diritti per ricevere le news su Animali

Argomenti:

Animali

Condividi questo post:

Trading online
in
Demo

Fai Trading Online senza rischi con un conto demo gratuito: puoi operare su Forex, Borsa, Indici, Materie prime e Criptovalute.