Azioni Banco Popolare in gran ripresa: Morgan Stanley sbaglia i calcoli sul Cet1?

Antonio Atte

08/07/2016

08/07/2016 - 13:00

condividi

Il Banco Popolare non ci sta e presenterà un esposto alla Consob contro Morgan Stanley per gli «errori grossolani» contenuti nelle previsioni sugli stress test.

Il Banco Popolare incolpa Morgan Stanley (e gli “errori grossolani” che sarebbero contenuti nelle sue previsioni sugli stress test) per lo scivolone in Borsa registrato negli ultimi due giorni: -6,15 mercoledì e -2,5% ieri. Al momento, le azioni Banco Popolare sono le migliori a Piazza Affari, con un rialzo di oltre il 10% dopo gli stress test interni.

La banca d’affari statunitense Morgan Stanley giorni fa ha stilato una pagella della banche italiane, facendo una previsione sui risultati dello stress test condotto dall’EBA, i quali saranno pubblicati a fine luglio.

Il report boccia Mps e Banco Popolare, per il quale Morgan Stanley calcola un Common Equity Tier 1 addirittura inferiore a quello dell’istiuto senese.

Stando alle previsioni della banca americana, in caso di scenario avverso il Cet 1 del Banco Popolare sarebbe pari al -1,6%.

Ma come mai si è arrivati a questo dato così negativo?

Il calcolo del Cet1 di Banco Popolare fatto da Morgan Stanley

Il Cet1 si calcola facendo il rapporto tra il capitale ordinario della banca e le sue attività ponderate per il rischio.

La soglia minima regolamentare del Cet1, prevista dalla BCE per i nostri istituti di credito, è del 10,50% (quella minima richiesta due anni fa dall’Eurotower è del 5,5%).

Morgan Stanley ha calcolato per Banco Popolare un Cet1 del 12,4% per uno scenario di base. In caso di scenario avverso, invece, il coefficiente patrimoniale scende vertiginosamente sotto lo 0: -1,6%, appunto. Come mai?

In estrema sintesi, quel Cet1 è stato ottenuto sottraendo ai costi complessivi (tre voci che sommate danno 7.621 miliardi) i proventi operativi della banca, che ammontano a 2.117 miliardi (dato 2014 calcolato con scenario avverso).

Il risultato della sottrazione è 5,5 miliardi, ma Morgan Stanley calcola 6,2 miliardi: da qui il Cet1 a -1,6%.

Il possibile errore di Morgan Stanley

Il timore è che ai costi dell’istituto veronese siano stati sottratti i proventi di Bpm, elencati - all’interno della tabella di Morgan Stanley - proprio nel rigo inferiore a quello riservato al Banco Popolare.

Banco Popolare: esposto alla Consob contro Morgan Stanley

E’ per questo che la banca presieduta da Pier Francesco Saviotti presenterà nelle prossime ore un esposto alla Consob per tutelarsi contro il gruppo finanziario della Grande Mela.

Iscriviti a Money.it

Trading online
in
Demo

Fai Trading Online senza rischi con un conto demo gratuito: puoi operare su Forex, Borsa, Indici, Materie prime e Criptovalute.