Analisi tecnica e Grafico: Sterlina Dollaro

Pubblicato il 2 luglio 2018

Analisi tecnica e grafico Sterlina Dollaro
Valori
Ultimo prezzo 1,3171
Variazione -0,27%
Max (52 settimane) 1,4377
Min (52 settimane) 1,28
Indicatori
MM200 1,36
RSI 14 39,85
MACD -0,01
Performance
1 settimana -0,83%
1 mese -1,07%
3 mesi -6,22%

Analisi forex: cambio Gbp/Usd, attesa conferma di una pin bar rialzista su grafico settimanale

Il cambio Gbp/Usd ha creato un pattern noto come candela “pin-bar” rialzista sul grafico settimanale

La scorsa ottava è iniziata con un forte movimento a favore del dollaro americano, che dava l’impressione di una ripartenza dopo l’intenso movimento rialzista che si protrae da ormai più di due mesi. Nel corso della settimana nemmeno i dati negativi sul PIL Usa hanno consentito alle valute principali di ritrovare sollievo nei confronti del biglietto verde.

Venerdì però la situazione è cambiata, con tutte le principali monete che hanno creato una spinta rialzista importante. In questo quadro il cambio Gbp/Usd è andato a creare sul grafico settimanale un pattern grafico molto interessante noto come candela “pin-bar” rialzista. Questa conformazione potrebbe creare la situazione giusta per far prendere fiato alla moneta di sua Maestà, particolarmente sotto pressione in queste ultime settimane.

Anche osservando il Cable su timeframe giornaliero la situazione appare interessante, con i prezzi al test della linea di tendenza discendente che collega i massimi del 16 aprile 2018 a 1,43754 con quelli del 26 giugno 2018 a 1,32908: la rottura di tale trendline potrebbe far partire un movimento di reazione che potrebbe portare le quotazioni ad un primo test di area 1,3276, prima resistenza statica ereditata dai top del 7 giugno scorso, per poi portarsi in un secondo momento all’ostacolo di area 1,3430, vero baluardo degli operatori ribassisti.

Ad oggi le quotazioni sembrerebbero pronte ad una presa di respiro, ma è altrettanto vero che senza prima superare la trendline menzionata in precedenza (preferibilmente con una chiusura giornaliera al di sopra di essa) la ripartenza appare piuttosto complessa. Un segnale di debolezza che potrebbe portare i corsi a nuovi minimi si avrebbe invece con un ritracciamento fino a quota 1,3125, che invaliderebbe quindi gran parte del recupero messo in atto venerdì scorso.

SCENARIO LONG

Long a 1,3260 con stop loss a 1,32. Target intermedio a 1,3325 e finale a 1,3340.

SCENARIO SHORT

Short a 1,3125 con stop loss a 1,3160. Target intermedio a 1,3080 e finale a 1,3070.

Iscriviti ora alla newsletter di Money.it

Scopri le ultime analisi e notizie dal mondo dell’economia, della finanza e del Forex.