Redditometro

Il Redditometro è uno strumento di accertamento fiscale utilizzato per stimare il reddito presunto di un contribuente prendendo a riferimento le spese effettuate. Lo strumento è stato introdotto dal Fisco per contrastare il fenomeno dell’evasione fiscale perché mette in parallelo le entrate dichiarate e le uscite in un determinato periodo.

Riferimento normativo del redditometro è il Decreto Legge n. 78 del 2010, con il quale è stato modificato quanto previsto dalla legge in vigore già dal 1973. Attraverso lo strumento del redditometro l’Agenzia delle Entrate determina il reddito complessivo del contribuente nel corso del periodo d’imposta sulla base delle spese sostenute.

Nel caso in cui venisse riscontrata un’incongruenza tra i dati dichiarati e le spese sostenute il contribuente è chiamato a fornire al Fisco la prova contraria, ovvero dimostrare che le spese sono state sostenute con redditi diversi da quelli dichiarati nel periodo d’imposta di riferimento all’Agenzia delle Entrate. L’accertamento induttivo da parte dell’Agenzia delle Entrate viene effettuato soltanto qualora lo scostamento tra tenore di vita e reddito dichiarato sia superiore al 20%.

Redditometro, ultimi articoli su Money.it

Redditometro, come difendere il conto corrente dai controlli?

Pubblicato il 22 gennaio 2020 alle 16:33

Per difendere il proprio conto corrente dai controlli tramite redditometro il contribuente deve presentare l’insieme dei movimenti bancari, documentando l’esistenza di ulteriori redditi e il loro utilizzo nel tempo. Non è necessario fornire prove specifiche su come siano stati spesi: la novità nella pronuncia 4383/2/2019 della CTR Lombardia.

Redditometro: cos’è, come funziona e cosa controlla

Pubblicato il 5 luglio 2018 alle 16:23

Redditometro: come funziona, cos’è e quali sono le spese che l’Agenzia delle Entrate controlla? Cerchiamo di capirci di più anche alla luce delle novità introdotte dal Decreto Dignità illustrando cosa cambia nel 2018.

Money.it

Conti corrente: cosa controlla davvero il Fisco

Pubblicato il 16 settembre 2017 alle 09:00

L’Agenzia delle Entrate Riscossione non ha solo la facoltà di controllare i conti corrente, ma anche di prelevare denaro in determinate occasioni. Scopriamo come e quando il Fisco ci controlla.