Nicola Zingaretti

Nicola Zingaretti

Nicola Zingaretti è un politico del Partito Democratico e attualmente governatore, sostenuto da una coalizione di centrosinistra, della Regione Lazio. Suo fratello Luca è un celebre attore.

Nato a Roma l’11 ottobre del 1965, già da ragazzo entra a far parte della sezione giovanile del Partito Comunista Italiano. Spostatosi poi su posizioni più socialiste, nel 1998 entra nei Democratici di Sinistra diventandone nel 2000 il segretario della sezione romana.

Sotto le insegne dell’Ulivo, nel 2004 viene eletto all’Europarlamento mentre nel 2008 alla guida di una coalizione di centrosinistra diventa presidente della Provincia di Roma.

Nel 2013 poi alle regionali viene eletto governatore del Lazio con il 40,65% dei voti sconfiggendo Francesco Storace del centrodestra. Alle seguenti regionali del 2018, si candida di nuovo ottenendo un secondo mandato.

Nicola Zingaretti, ultimi articoli su Money.it

Come Zingaretti ha ucciso il Partito Democratico

Alessandro Cipolla

22 Agosto 2019 - 15:03

Come Zingaretti ha ucciso il Partito Democratico

Nicola Zingaretti ha aggiunto come richiesta non trattabile ai 5 Stelle la revisione del progetto del taglio dei parlamentari: con questa mossa il segretario del PD ha messo a serio rischio la trattativa con i 5 Stelle, condannando il partito a presentarsi alle urne nel caos più totale.

Le condizioni di Zingaretti per un governo PD-M5S

Alessandro Cipolla

21 Agosto 2019 - 13:16

Le condizioni di Zingaretti per un governo PD-M5S

La direzione PD ha dato mandato a Nicola Zingaretti di trattare con il Movimento 5 Stelle per la nascita di una nuova maggioranza: il segretario è pronto a mettere sul tavolo cinque punti che dovranno essere accettati dai grillini, altrimenti si torna alle urne.

Alta tensione al governo: l’esecutivo durerà

Gennaro Ottaviano

4 Maggio 2019 - 17:19

Alta tensione al governo: l'esecutivo durerà

Anche oggi continuano le polemiche tra gli esponenti del governo. A 20 giorni dalle lezioni Europee, al prossimo Consiglio dei Ministri si teme una spaccatura dell’esecutivo.