Bad Bank

Una Bad Bank (traduzione letterale in italiano: “banca cattiva”) è uno speciale veicolo che permette agli istituti bancari di depurare i bilanci da titoli tossici detenuti in portafoglio. Una volta creato questo veicolo, l’intero portafoglio, o parte di esso, composto da titoli deteriorati viene fatto confluire all’interno della Bad Bank.

Una volta ultimata tale procedura, la Bad Bank si occuperà di gestire i titoli deteriorati presi dagli istituti di credito in maniera del tutto autonoma correndone di conseguenza anche i rischi che ne conseguono. Per liquidare i titoli deteriorati, la Bad Bank procede ad una scissione azionaria emettendo azioni privilegiate (in genere garantite dallo Stato) e azioni ordinarie che poi vengono immesse nel mercato.

Una volta effettuata questa operazione, la Bad Bank provvederà alla liquidazione dei titoli tossici una volta che il gap tra valore nominale e valore di mercato si sarà assottigliato, godendone dei relativi rendimenti.

Bad Bank , ultimi articoli su Money.it

La BCE vuole creare una “bad bank” europea

Pubblicato il 20 aprile 2020 alle 13:20

Una “bad bank” in salsa europea per gestire l’enorme massa di crediti deteriorati, passati e futuri. Ma la Commissione europea non è d’accordo.

Il settore bancario globale è pronto ad affrontare una nuova recessione?

Pubblicato il 4 febbraio 2019 alle 16:07

Mark Burgess, Vice CIO Globale e CIO EMEA di Columbia Threadneedle Investments afferma che le banche inglesi e americane godono di buona salute, mentre quelle di Italia e Germania andrebbero in seria difficoltà in caso di una flessione dell’economia

|