Quanto costa il festival di Sanremo 2022: le spese e i ricavi per la Rai tra pubblicità e biglietti

Stefano Rizzuti

4 Febbraio 2022 - 12:45

condividi

È iniziata la 72esima edizione del Festival di Sanremo: vediamo quali sono i costi per la Rai, quali sono i guadagni provenienti da sponsor e pubblicità e a quanto ammontano i prezzi dei biglietti.

Quanto costa il festival di Sanremo 2022: le spese e i ricavi per la Rai tra pubblicità e biglietti

Il Festival di Sanremo è alle porte e l’organizzazione della 72esima edizione procede con le ultime rifiniture prima dell’inizio della kermesse musicale che si terrà dall’1 al 5 febbraio 2022. In vista del Festival in molti si chiedono quanto costi realizzare un mega-evento di questo genere e quali siano le spese e i guadagni per la Rai.

Ovviamente prima dell’inizio del Festival è difficile calcolare quale possa essere il margine di guadagno per la Rai per diversi motivi. Allo stesso tempo è complicato anche conoscere le cifre precise considerando, per esempio, che ancora non sono stati svelati i cachet dei super-ospiti.

Inoltre gli investimenti necessari per realizzare Sanremo rispondono a diverse voci e bisogna considerare tutte le variabili che stanno dietro al mondo del Festival: sponsor, eventi esterni, pubblicità, collaborazioni, spese per ospiti e conduttori. Infine bisogna considerare quanto potrebbe cambiare rispetto allo scorso anno, un’edizione più che unica con le restrizioni Covid e, per la prima volta, senza pubblico al Teatro Ariston.

I costi e il budget del Festival di Sanremo 2022

I costi del Festival vengono ammortizzati grazie a sponsor e pubblicità. Anzi in realtà la Rai ottiene importanti guadagni da Sanremo che permettono poi di finanziare altre attività della tv pubblica. Gli investimenti messi in campo riguardano gli ingaggi, la realizzazione del Festival in tutti i suoi aspetti, la scenografia, gli ospiti e tutta l’organizzazione dell’evento.

Una delle voci di spesa più importante è l’ingaggio del conduttore: nel caso di Amadeus, se dovessero essere confermate le cifre dello scorso anno, parleremmo di un compenso tra i 500 e i 600mila euro.

Per quanto riguarda i costi possiamo far riferimento alla cifra del 2021: nell’ultimo anno si sono registrati risparmi del 5% rispetto all’edizione passata: la cifra dovrebbe essere diminuita da circa 18 milioni a 17,4 milioni. Il budget quest’anno potrebbe essere molto simile o leggermente inferiore.

I ricavi per la Rai tra pubblicità e sponsor

Gran parte dei ritorni per il Festival riguarda gli investimenti pubblicitari. Nel 2021, nonostante il minor numero di eventi esterni e le altre restrizioni, gli introiti derivanti dalle inserzioni sono stati molto alti. E va ricordato che con la cancellazione di altri eventi e quindi di alcune sponsorship gran parte dei ricavi derivava proprio dalla pubblicità.

Sono stati raccolti 38 milioni di euro, uno in più del 2020 quando non c’erano ancora restrizioni relative al Covid. C’è da dire che lo scorso anno si veniva da un’edizione record dal punto di vista degli ascolti che potrebbe aver invogliato gli investitori: nel 2021, invece, il numero dei telespettatori è sceso e di questo la Rai potrebbe risentirne a livello di incassi pubblicitari.

C’è però da considerare un altro aspetto, ovvero l’aumento delle tariffe pubblicitarie pari al 15%. Per acquistare uno spazio pubblicitario nella fascia più cara (poco prima delle 22) durante il Festival il costo va ben oltre i 200mila euro.

La vendita e i costi dei biglietti di Sanremo

Infine l’altro vantaggio dal punto dei vista dei ricavi rispetto allo scorso anno è il ritorno del pubblico in sala all’Ariston. Ma quanto costano i biglietti per assistere dal vivo al Festival di Sanremo? Nelle prime quattro serate si va dai 100 euro della galleria ai 180 della platea. Per la finale si spendono 320 euro in galleria e 660 in platea. Per l’abbonamento di cinque giorni ci vogliono 672 euro in galleria e 1.290 in platea.

Iscriviti a Money.it