Nuova Dacia Sandero Stepway: prova su strada

7 Giugno 2021 - 11:43

19 Luglio 2021 - 09:37

condividi

Ha uno stile moderno e un ottimo rapporto prezzo/qualità, nuova Dacia Sandero Stepway cambia radicalmente rispetto al passato. Prezzi a partire da 12.600 euro.

Nuova Dacia Sandero Stepway: prova su strada

Nuova Dacia Sandero Stepway è un SUV compatto e moderno. Rispetto al modello precedente, il salto generazionale è evidente, il suo design è curato, il suo equipaggiamento rispecchia appieno quanto richiesto dalla clientela, un veicolo dal rapporto prezzo / qualità indiscutibile, che punta sulla concretezza per conquistare gli automobilisti italiani.

Nuova Dacia Sandero Stepway è in vendita a partire da 12.600 euro.

Non c’è nulla di superfluo, il ricco allestimento Stepway, oltre che a caratterizzarne lo stile, rendendolo un vero SUV cittadino, offre un equipaggiamento completo.

Ha un design particolarmente gradevole e contenuti al passo con i tempi e le esigenze, un modello che nella sua semplicità punta alla leadership di mercato.

Nuova Dacia Sandero Stepway è un crossover compatto

Rispetto alla variante Streetway il suo look è più votato all’avventura, in Italia, ben tre clienti su quattro scelgono questo allestimento perché offre a un prezzo ragionevole, contenuti e accessori che nella vita di tutti i giorni si rivelano particolarmente utili.

Nasce sulla piattaforma CMF-B, quella delle rinnovate Renault Clio e Captur, l’evoluzione rispetto al passato è evidente e tangibile nel look, sensibilmente più gradevole, e nei contenuti, ora in linea con la concorrenza, il tutto proposto a un prezzo indiscutibilmente conveniente.

Nel comportamento stradale ma anche nell’abitabilità interna le carreggiate aumentate di 29 millimetri, hanno contribuito a un netto miglioramento del piacere di guida.

Un’estetica robusta e moderna, con un frontale caratterizzato da fari a LED con la caratteristica forma Y-shape: la Stepway si caratterizza anche per una serie di accessori specifici, dalle barre portatutto sul tetto a un’altezza da terra maggiorata di 174 millimetri.

Nuova Dacia Sandero Stepway

Il cofano motore ha un design più bombato, nella parte inferiore della calandra è presente la scritta del modello, i fendinebbia sono provvisti di alette bombate.

Sia il paraurti anteriore che quello posteriore sono impreziositi da una protezione color metallo che li protegge da sassi e pietrisco; i passaruota sono dotati di profili in plastica, materiale che riveste anche la zona inferiore delle portiere.

I cerchi da 16 pollici hanno un design specifico, in alternativa ai classici Flexwheel, sono disponibili quelli con finitura diamantata.

Notevoli cambiamenti anche per gli interni, dove i rivestimenti in tessuto ricoprono anche parte della plancia e pannelli portiera.

Nuova la forma dei sedili anteriori, quello lato guidatore è regolabile in altezza, mentre il volante, a seconda dell’allestimento, è dotato di regolazione in altezza e profondità.

Lo sterzo elettrico è ad assistenza variabile, rispetto alla precedente Sandero, in manovra è più leggero del 36%.

Numerosi i vani portaoggetti disponibili, quello classico anteriore ha una capacità di 21 litri mentre quello posto sotto il bracciolo centrale è da 1.4 litri.

Due gli allestimenti disponibili, Essential e Comfort.

La versione d’accesso è la Essential, la cui ricca dotazione di serie, prevede:

  • supporto smartphone totalmente rimovibile;
  • computer di bordo;
  • limitatore di velocità;
  • accensione automatica dei fari;
  • clima manuale;
  • cruise control;
  • airbag frontali e laterali per conducente e passeggero;
  • media control;
  • specchi retrovisori manuali neri;
  • fari fendinebbia;
  • chiusura automatica porte con sensore velocità;
  • attacchi ISOFIX;
  • finiture interne arancione;
  • cerchi da 16 pollici Flexwheel.
Nuova Dacia Sandero Stepway

All’equipaggiamento della Essential, quello Comfort aggiunge:

  • tergicristalli ad attivazione automatica;
  • media display con schermo da 8 pollici e supporto Apple CarPlay e Android Auto;
  • volante regolabile in altezza e profondità;
  • sensori parcheggio posteriori;
  • specchi retrovisori esterni elettrici e in tinta con la carrozzeria;
  • maniglie esterne in tinta con la carrozzeria;
  • barre portatutto modulari.

Tre i sistemi multimediali disponibili:

  • Media Control: prevede la piena connettività con smartphone di ultima generazione, tramite l’app gratuita Dacia Media, è possibile accedere a svariate funzioni, tra cui la radio, musica, messaggi e chiamate. In assenza di un collegamento, tramite il display TFT da 3,5 pollici è possibile visualizzare le informazioni delle stazioni radio;
  • Media Display: prevede uno schermo touch da 8 pollici ed è dotato di un’interfaccia pratica e intuitiva. Presente il pieno supporto con sistemi mirror link, quali apple CarPlay e Android Auto, tramite la sezione AUTO è possibile settore anche alcuni parametri relativi ai dispositivi ADAS presenti a bordo;
  • Media NAV: aggiunge la connettività wireless, prevede un impianto audio a sei altoparlanti ed è provvisto anche di sistema di navigazione satellitare.

Sistemi ADAS evoluti per la nuova Dacia Sandero Stepway

Un crossover compatto urbano, dotato di evoluti sistemi di assistenza alla guida:

  • Frenata Automatica d’emergenza: attivo fino a 170 km/h, tramite il radar anteriore, rileva la distanza dal veicolo che precedente, in caso di pericolo, avvisa il guidatore con un segnale acquisto e visivo prima d’intervenire sui freni, intensificando la forza sul pedale o predisponendo l’impianto a un utilizzo immediato;
  • Sensore angolo morto: è attivo a partire dai 30 km/h fino ai 140 km/h, quattro sensori disponibili, due per assale, una spia LED posta nel retrovisore esterno avvisa il conducente del sopraggiungere di un veicolo o moto in prossimità di un angolo cieco;
  • Assistenza al parcheggio: quattro sensori anteriori e 4 posteriori, con linee guida presenti sullo schermo touch dell’infotainment;
  • Assistenza partenza in salita.
Nuova Dacia Sandero Stepway

Nuova Dacia Sandero Stepway ECO-G: prova su strada

La versione oggetto della nostra prova su strada era dotata della doppia alimentazione benzina - GPL, per un’autonomia complessiva superiore ai 1.300 chilometri.

Il serbatoio GPL ha una capacità di 50 litri (40 litri è la capienza utile, per questioni di sicurezza è possibile riempirlo fino all’80% del volume massimo) ed è situato al posto della ruota di scorta.

Tramite il comando LPG posto nella parte inferiore della plancia è possibile cambiare alimentazione, anche in movimento.

Il motore è un tre cilindri in linea, un turbo benzina da 100 cavalli, omologato Euro 6D-Full.

Il cambio manuale è a sei rapporti, a richiesta è disponibile per la motorizzazione TCe 90, la trasmissione automatica CVT.

Su strada, l’abbondante coppia motrice, 170 Nm a partire da 2.000 giri al minuto, si fa sentire, complice una massa ridotta e una rapportatura del cambio indovinata, con i primi tre rapporti ravvicinati e una sesta particolarmente lunga (130 km/h - 3.000 giri al minuto).

Scattante e facile da guidare, ha uno sterzo preciso e leggero in manovra.

La tenuta di strada è notevole, l’aumento della carreggiata (+49) e la generosa dimensione degli pneumatici da 205/60 R16, contribuiscono ad aumentare la sicurezza di marcia, anche in presenza di asfalto umido e sporco.

Il cambio generazionale è evidente, è possibile mantenere medie autostradali interessanti a fronte di un comfort di bordo che nulla ha da invidiare alla cugina Clio: la sensazione di controllo è perfetta, complice anche un assetto rialzato che non influisce negativamente sulla stabilità.

Nei cambi di direzione, l’appoggio è sicuro e valido, visto anche il target di riferimento e la natura pressoché cittadina della Stepway, i margini di sicurezza sono elevati e in linea con quanto proposto dalla concorrenza.

L’escursione della leva del freno è un sufficientemente lunga, basta qualche chilometro per farci l’abitudine, nell’abitacolo la rumorosità è contenuta, così come i fruscii aerodinamici.

Considerato anche il prezzo d’acquisto, la nuova Sandero ha realmente tutte le carte in regola per imporsi nuovamente sul mercato, perché la filosofia low cost non rappresenta più un compromesso, ma una valida alternativa o meglio, una ragionevole opportunità.

Foto nuova Dacia Sandero Stepway

Argomenti

# SUV
# Dacia

Iscriviti a Money.it