Morto Carlo Benetton, il più giovane dei fratelli ideatori del colosso dell’abbigliamento

È morto all’età di 74 anni Carlo Benetton: assieme ai suoi tre fratelli divenne popolare in tutto il mondo con il marchio United Colors of Benetton.

Morto Carlo Benetton, il più giovane dei fratelli ideatori del colosso dell'abbigliamento

Si è spento all’età di 74 anni Carlo Benetton, fondatore assieme ai fratelli Luciano, Giuliana e Gilberto della omonima azienda di famiglia operante in tutto il mondo nel settore dell’abbigliamento.

Colpito da una rapida malattia, Carlo Benetton è morto lunedì 9 luglio con la notizia della sua dipartita che è stata divulgata la mattina seguente. Lascia quattro figli: Andrea, Cristian, Massimo e Leone.

Il più piccolo dei fratelli Benetton

Nato a Morgano in provincia del 1943, assieme ai fratelli Luciano, Giuliana e Gilberto, Carlo Benetton ha saputo costruire un autentico impero partendo da un piccolo negozio del trevigiano: grazie ai maglioni dai colori accesi, in meno di un anno si erano già fatti un nome in tutto il paese.

La Benetton venne fondata nel 1964 e già nel 1969 aveva aperto il suo primo negozio all’estero, precisamente a Parigi, espandendosi rapidamente in tutti i continenti tanto che nel alla fine degli anni ‘70 l’azienda poteva contare sull’esportazione del 60% della propria produzione.

Oltre al marchio United Colors of Benetton, divenuto icona internazionale grazie alle campagne pubblicitarie firmate dal fotografo Oliviero Toscani, nel settore dell’abbigliamento l’azienda è titolare anche della Sisley.

Fondamentali per l’esportazione del brand furono anche le sponsorizzazioni a squadre di rugby, pallavolo e basket oltre naturalmente alla Formula 1, dove riuscirono a vincere ben tre campionati prima della cessione alla Renault.

Gli investimenti negli anni si sono poi ramificati anche in altre direzioni, specie nelle infrastrutture. Dopo diversi riassetti societari, tutte le partecipazioni sono state incanalate nel 2007 nella cassaforte di famiglia Edizione Srl.

Oltre ad avere il 100% del marchio Benetton per quanto riguarda l’abbigliamento, Edizione controlla totalmente la società Autogrill e anche la Maccarese, la più grande azienda agricola italiana che era presieduta proprio da Carlo Benetton.

La Edizione Srl è poi il maggiore azionista di Atlantia (Autostrade per l’italia e Aeroporti di Roma), oltre a partecipazioni anche in società come Alitalia (7,44%) RCS MediaGroup (5,1%), Pirelli 4,7% e Mediobanca (2,16%).

Una vita quella di Carlo Benetton ricca di soddisfazioni lavorative e personali, ma anche segnata dalla drammatica prematura scomparsa del figlio Stefano, scomparso tragicamente all’età di diciotto anni in un incidente stradale negli Stati Uniti.

Con la morte di Carlo Benetton se ne va quindi un pezzo di quella gloriosa imprenditoria italiana che, partendo da zero, ha saputo ritagliarsi un posto da protagonista non soltanto nell’economia nostrana, ma anche in quella internazionale.

Iscriviti alla newsletter per ricevere le news su Biografie

Argomenti:

Biografie

Condividi questo post:

Commenti:

Trading online
in
Demo

Fai Trading Online senza rischi con un conto demo gratuito: puoi operare su Forex, Borsa, Indici, Materie prime e Criptovalute.