Il cammino verso il successo nel trading sul mercato azionario

Come diventare un trader professionista

Il cammino verso il successo nel trading sul mercato azionario

Il trading professionale è soggetto di molte leggende metropolitane e talvolta può essere difficile distinguere la realtà dalla finzione.

Prima di leggere questo articolo, dovete prendere una decisione: volete davvero diventare un trader professionista? Oppure, vi limitate a sognare di diventarlo?

La percezione comune di quello che fa un trader professionista è molto affascinante per tante persone. Ma è anche ben lontana dalla realtà. Se volete mantenere l’illusione e rimanere fedeli all’immaginazione, questo articolo non fa al caso vostro. Questo articolo è rivolto a chiunque voglia fare la cosa giusta.

L’approfondimento è a cura di TRADERS’ Magazine Italia

Quanto guadagna un buon trader?

Pensate ad un numero specifico. Quanto dovrebbe guadagnare un buon trader ogni anno? Non in termini di salario, bonus o cose del genere. No, quale percentuale di ritorno per anno dovrebbe generare un trader solido?

Quando l’autore parla alle conferenze, gli piace fare questa domanda al pubblico. È molto interessante vedere le varie risposte che riceve, a seconda del fatto che il pubblico sia composto principalmente da professionisti dell’industria o da hobbisti. Quest’ultimo gruppo tende a suggerire ritorni dalle 5 alle 10 volte più alti.

Perciò, ecco la frase più importante di questo articolo: i migliori trader al mondo ottengono ritorni di circa il 20% l’anno nel corso di molti anni. Alcuni anni può essere di più, altri di meno. Alcuni anni sono probabilmente in negativo. Pochi si assicurano ritorni molto più alti.

Quelli che riescono ad ottenere un ritorno annuale del 18-23% nel corso di qualche decennio sono i migliori al mondo. Queste persone includono nomi come Warren Buffett, George Soros, Peter Lynch e così via. Se le vostre aspettative di ritorno annuale girano attorno al 40, 50, 60 o anche 100%, è il momento di preoccuparsi.

Quello che dovete chiedervi è: avete un qualche motivo ragionevole di credere di poter ottenere un ritorno pari a diverse volte quello delle migliori leggende dell’investimento?

La matematica dell’impossibile

Immaginate per un momento di vivere in un mondo dove sia possibile fare un ritorno del 100% l’anno. Non c’è difficoltà a trovare dei blogger che affermano di poterlo fare. Supponiamo che sia vero, per quanto possa sembrare pazzesco.

Allora andremo ad investire una piccola quantità di denaro in questa macchina stampa soldi, diciamo $10.000. In un anno il nostro conto è di $20.000, dopo due anni sale a $40.000 e dopo sette anni siamo a un milione di dollari. Ma perché fermarsi adesso?

Entro il 10º anno siamo quasi a 10 milioni, al 17º anno siamo a 1 miliardo e al 20º anno siamo a 10 miliardi di dollari. Naturalmente, nessuno ha mai fatto una cosa del genere sul mercato. Ottenere il 100% in un singolo anno è possibile, sia attraverso l’abilità, il duro lavoro, un colpo di fortuna, o una combinazione di queste cose. Ma è un caso raro.

Nessuno ottiene tali risultati in media. Ma allora cosa mi dite di Mr. XYZ, che afferma di aver trasformato una piccola quantità di soldi in una montagna di denaro in men che non si dica, e ora si offre di insegnarci come raggiungere svariate centinaia di punti percentuali l’anno se lo paghiamo? Beh, buona fortuna…

Tornando alla realtà

Probabilmente avete trascorso molto tempo a imparare il trading. Avete letto libri, avete fatto ricerca, avete fatto le vostre simulazioni. Magari avete anche operato per un po’ e avete prodotto dei risultati forti. Ora vediamo quali opzioni avete:

  1. Trovare un lavoro nell’industria della finanza.
  2. Fare trading con i vostri soldi.
  3. Avviare un business.

1. Trovare un lavoro

Ci sono pochi impieghi dove il potenziale di guadagno è tanto alto quanto il settore finanziario. Non sottovalutate il valore di un salario in termini di sicurezza e stabilità. Inoltre, imparerete. E più tardi, le informazioni guadagnate semplicemente tramite il lavoro nell’azienda possono avere un valore molto alto.

Lavorare nell’industria della finanza potrebbe non essere esattamente come pensa la gente. La maggior delle persone che includono la parola trader nel proprio titolo professionale sono persone che gestiscono l’esecuzione di lavori di altre persone e cose del genere.

Ci sono pochissime persone in questo business che semplicemente fanno trading con tanti soldi. Veramente poche. Per lo più si tratta di un lavoro come qualunque altro. Ma la competizione è spietata. Se non avete frequentato un’università eccellente, con dei voti eccellenti, e non avete una solida rete di contatti, dovete compensare tutto questo con un lavoro durissimo. È molto difficile ottenere un ottimo posto in questa industria, e probabilmente verrete respinti molte volte. Ma non lasciatevi scoraggiare.

2. Fare trading con i vostri soldi

Se volete vivere con i vostri soldi, le probabilità giocano chiaramente contro di voi. Quando si sentono storie di day trader di grande successo che generano ritorni molto alti e accumulano ricchezza, si tratta o di casi isolati (anomalie statistiche) o di storie non vere.

Molti dei trader tendono a pubblicizzare i loro traguardi e tacciono sulle perdite. L’articolo su un trader che ha fatto il 500% in un anno probabilmente non verrà aggiornato se perde tutto quanto l’anno seguente. Il problema del day trading è basato sul rischio. Supponiamo per un momento che abbiate risparmiato $100.000. Ora, la domanda è, con quale ritorno desiderate vivere a partire da questa somma?

Se potete permettervi $50.000, dovreste ottenere un ritorno del 50%. E per farlo, dovrete correre un grosso rischio. Presto o tardi questo rischio si vendicherà. È ragionevole supporre che il drawdown più grande sia dalle 2 alle 3 volte il ritorno annuo sul lungo termine.

Prima o poi, un drawdown vi capiterà. Ma se il vostro ritorno annuale è del 50%, allora siete sul lastrico. Inoltre, dovete vivere con i vostri ritorni, quindi riducete i profitti dal conto, e in questo modo non riuscite a costruire un ammortizzatore permanente. Quindi il motivo principale dietro il fallimento dei day trader non è una mancanza di abilità nel trading.

Il problema è che si corrono troppi rischi. Dei ritorni realistici a lungo termine si attestano sul 10-15%. I migliori dell’industria sono diventati miliardari, raggiungendo circa il 20% annualmente. Poiché la verità è che il business più interessante è gestire il denaro degli altri. C’è grande richiesta per questi servizi e può essere una lavoro che dona molte soddisfazioni.

3. Avviare un business

Naturalmente, se gestite il denaro di altre persone, verrete pagati per farlo. Non sottovalutate il valore di questa cosa. Se avete un introito di base, potrete prendere delle decisioni razionali senza inseguire ritorni non realistici e rischiare il disastro.

Potete fare trading con i vostri soldi e con i soldi dei vostri clienti e guadagnare denaro su entrambi i fronti. Quindi potrete comunque fare trading con i vostri soldi, ma senza i rischi irrazionali del day trading.

Un luogo comune è che i potenziali clienti vogliono solo dei manager che portano agli introiti più alti. Ma (anche) i target di ritorni alti sono un segnale di pericolo importante per gli investitori sofisticati. Troverete che gli investitori informati prestano più attenzione ad ottenere un 15% l’anno quando i rischi vengono limitati. È così che funziona il trading responsabile, sul lungo termine e realistico.

Diciamo che gestite $10 milioni con una commissione di management dell’1% e una commissione del 10% sui successi. Così facendo, ci assumiamo un rischio che è solo la metà di quello che si corre facendo trading con il nostro conto. Se facciamo un ritorno del 20% in un anno buono, questo significa una commissione di $200.000 e un profitto personale di $ 20.000, in aggiunta alla commissione di management da $100.000.

L’anno seguente, inizieremo con una cifra maggiore perché non bisognerà prelevare alcun profitto. Potete anche incappare in un anno negativo, fintanto che le perdite sono ragionevoli e spiegate adeguatamente ai vostri clienti come funziona la strategia. Naturalmente, ci sono degli altri ostacoli da superare. Nessuno ha mai detto che questo business sia semplice.

Un fattore estremamente importante è una comprensione corretta dei rischi. Inoltre dovete conoscere quali metodi si possono utilizzare e quali strategie vengono modellate. Una volta fatto questo, dovete imparare come poter attirare abbastanza capitale esterno presentando voi stessi e la vostra strategia e commercializzando i vostri servizi di investimento.

Conclusione

Il primo passo per diventare un trader professionista è comprendere in che modo funziona il business. Imparate a guardare oltre il solito hobby e capite dove si guadagna e si perde il vero denaro. Dopotutto, è un business come qualsiasi altro e bisogna trattarlo in questo modo: come un business.

Ritorni più bassi e trading responsabile potrebbero non sembrare tanto entusiasmanti quanto un effetto di leverage estremo nel day trading. Ma uno è reale e l’altro non lo è. Quindi la domanda è se volete essere un trader o se semplicemente volete sognare di esserlo.

Andreas Clenow vanta oltre 15 anni di esperienza nel settore hedge fund.

In qualità di asset manager, si specializza nel trend following quantitativo e nelle strategie sul momentum.

Iscriviti alla newsletter

Trading online
in
Demo

Fai Trading Online senza rischi con un conto demo gratuito: puoi operare su Forex, Borsa, Indici, Materie prime e Criptovalute.

Money Stories