Ikea: le case costano quanto puoi permetterti di pagare

Ikea vuole costruire case che costino ciò che l’acquirente può permettersi di pagare. I dettagli

Ikea: le case costano quanto puoi permetterti di pagare

Dopo aver conquistato il mondo grazie ai mobili economici, Ikea sta ora rivolgendo la sua attenzione alle abitazioni a prezzi accessibili.

Per il momento la compagnia si sta concentrando sul territorio della Gran Bretagna, più precisamente su Worthing, città a Sud dell’Inghilterra. Partendo da qui e con in previsione un piano di rapida estensione internazionale, sta avviando una partnership con l’azienda BoKlok e la società di costruzioni svedese Skanska.

Il progetto rappresenta il rientro di BoKlok nel Regno Unito, da quando un precedente lavoro sul territorio fallì durante la crisi finanziaria globale. Nel frattempo però il gruppo, il cui motto è «vivere in modo intelligente» - ha costruito più di 11.000 case sparse tra Svezia, Finlandia e Norvegia.

Il piano prevede la costruzione di case in fabbrica e il rapido assemblamento sul territorio, elemento che potrebbe dimostrarsi il modo più efficare per ovviare all’emergenza abitativa che fa alzare vertiginosamente i prezzi, tanto da renderli inaccessibili persino a famiglie del ceto medio.

Per questo il modello di vendita Ikea, innovativo e che chiede alle persone solo ciò che possono permettersi, potrebbe rivoluzionare il mercato.

Ikea: le case costano quanto puoi permetterti di pagare

La proposta che riguarda il territorio di Worthing - e che nei prossimi mesi verrà sottoposta a un’analisi finanziaria più rigorosa - descrive nel dettaglio un modello insolito per approdare a uno stile di vita accessibile.

BoKlok potrebbe cominciare con la costruzione di circa 160 case su terreni affittati dal consiglio locale; il 30% delle unità sarebbero destinate ad abitazioni pubbliche, e le case potrebbero essere occupate entro due anni.

Il resto del progetto prevede invece il modello di pagamento «Left to Live» proposto dalla divisione Ikea BoKlok: ai residenti viene addebitata solo la cifra che, al netto di imposte e spese di soggiorno, possono permettersi. I pagamenti mensili - che in genere corrispondono a circa un terzo del guadagno netto per mese - possono essere dilazionati in 25 anni.

I consiglieri locali hanno dichiarato che il progetto consentirebbe a Worthing di costruire rapidamente abitazioni in grado di soddisfare tutti gli standard di qualità.

I cosiddetti ’alloggi modulari’ di BoKlok - ovvero le case fatte di sezioni montate che possono essere assemblate sul posto - si rivelerebbero infatti molto utili alla cittadina britannica, permettendo la nascita sul territorio del triplo di abitazioni rispetto a quante ne potrebbero essere costruite nell’area con un approccio tradizionale.

La costruzione potrebbe partire nel gennaio del 2021, stando a quanto indicato nella proposta redatta dalle compagnie, e i residenti potrebbero iniziare a trasferirsi già ad aprile dello stesso anno.

Per ora BoKlok non si è detta disponibile a confermare alcun progetto, ma ha spiegato che sta esaminando potenziali siti nel Regno Unito, in particolare nella parte meridionale del Paese.

Il piano rappresenta solo uno dei diversi tentativi del colosso di andare incontro alle necessità dell’utenza, si pensi al recente studio di abitazioni appositamente progettate per malati di Alzheimer, che potrebbero nascere presto sul territorio svedese.

Iscriviti alla newsletter

Trading online
in
Demo

Fai Trading Online senza rischi con un conto demo gratuito: puoi operare su Forex, Borsa, Indici, Materie prime e Criptovalute.

Money Stories