Hantavirus, la fake news sul nuovo allarme epidemia dalla Cina

Cosa è l’hantavirus e perché è l’ultimo dei tuoi problemi

Hantavirus, la fake news sul nuovo allarme epidemia dalla Cina

Un uomo muore in Cina a causa di un virus e già si parla di nuovo allarme epidemia. Il quotidiano Global Times, controllato dal governo di Pechino, ha scritto che nei giorni scorsi un uomo, rimasto ucciso mentre viaggiava su un autobus dalla provincia di Yunnan a quella di Shandong, è risultato positivo a un patogeno di genere hantavirus.

Quest’ultimo condivide con il coronavirus alcuni tratti, ma nulla che possa giustificare l’allarmismo con cui certi quotidiani e siti di news italiani hanno dato la notizia. Vediamo perché.

Cosa è l’hantavirus

L’hantavirus, come il coronavirus, è un virus a RNA, in quanto usa l’acido ribonucleico come materiale genetico. L’altra somiglianza con il virus che in questo momento sta mettendo in crisi il pianeta è la capacità di causare zoonosi, malattie che possono essere trasmesse da animali agli esseri umani. Sia la HPS (Sindrome Polmonare da Hantavirus) che la COVID-19 hanno sintomi iniziali aspecifici come febbre, affaticamento e dolori muscolari. Le similitudini, però, finiscono qui.

La grande pericolosità del COVID-19, infatti, consiste principalmente nell’alta trasmissibilità da essere umano a essere umano. Non è invece possibile la trasmissione dell’Hantavirosi da essere umano a essere umano. Rare eccezioni sono state documentate solo in alcuni casi e per una specifica tipologia del virus (quella delle Ande).

Come si trasmette l’hantavirus

Come spiegano i CDC statunitensi (Centri per la prevenzione e controllo delle malattie), l’hantavirus viene trasmesso all’essere umano da roditori come topi e ratti che, nel caso siano portatori, diffondono il virus nell’aria attraverso urine, feci e saliva.

La HPS è una grave, a volte fatale malattia respiratoria ma, a differenza della COVID-19, non è possibile contrarla nemmeno “toccando o baciando” una persona infetta o un operatore sanitario che ha curato un malato di HPS.

Nelle aree rurali è possibile contrarre l’hantavirus, ad esempio, quando si puliscono strutture che sono rimaste chiuse nell’inverno, e ci si tocca occhi, naso e bocca senza lavarsi prima le mani. Altri soggetti a rischio sono operai delle costruzioni, addetti alla disinfestazione e campeggiatori.

Iscriviti alla newsletter Rubriche per ricevere le news su Fake news

Condividi questo post:

Trading online
in
Demo

Fai Trading Online senza rischi con un conto demo gratuito: puoi operare su Forex, Borsa, Indici, Materie prime e Criptovalute.