Business networking: cos’è e come aiuta a trovare nuovi clienti

Claudia Mustillo

12 Aprile 2022 - 17:44

condividi

Il business networking sta prendendo sempre più piede nella società contemporanea, complice anche la rete e la pandemia da Covid-19. In che cosa consiste e quali opportunità offre?

Business networking: cos'è e come aiuta a trovare nuovi clienti

Il business networking si sta facendo sempre più conoscere anche al di fuori del mondo del marketing. Si tratta della condivisione di informazioni o servizi tra persone, aziende o gruppi. Un metodo che permette di far crescere le proprie relazioni per il proprio lavoro o, in generale, per gli affari. Le connessioni, alla base del networking, sono fondamentali per la costruzione di rapporti professionali o personali questo perché il networking aiuta a stabilire e costruire relazioni significative a vantaggio di tutti coloro che sono coinvolti nello scambio di informazioni e servizi.

Il rapporto con una rete di conoscenze nel proprio settore di affari o in altri è importante per l’acquisizione di nuove conoscenze e opportunità commerciali, ma anche per la collaborazione tra più imprese, imprenditori, liberi professionisti e altro ancora. Ecco come impostare una strategia di business networking per costruire delle relazioni solide e nuove prospettive economiche e di business.

Business networking o passaparola?

Le relazioni solide sono importanti nella vita privata così come nel mondo del lavoro. Sono proprio queste che ci permettono di avere un bagaglio di contatti che ci può portare una crescita personale e professionale. D’altra parte, in quanto essere umani, rimaniamo pur sempre animali socievoli e abbiamo bisogno degli altri soprattutto nella vita lavorativa. È possibile, quindi, costruire una rete di conoscenze stabile e solida che ci permetta di diventare dei buoni networker e che possa essere utilizzata come «paracadute» in caso di bisogno e necessità.

Coloro che per carattere sono estroversi ed espansivi, mostrando sempre una attitudine personale verso l’altro possono essere agevolati nella costruzione di un network. Ma anche se non si hanno queste innate abilità è possibile, dal momento che il business networking ha una base scientifica, costruire nel tempo una struttura di connessioni che possa risultare profittevole e che riesca a creare nuove opportunità economiche. La prima regola per la costruzione di una rete di contatti di business networking è che questa si costruisce nel tempo e, soprattutto, grazie a uno scambio continuo con l’altro.

A tal proposito, non bisogna dimenticare, che nei rapporti ci sono sempre dei givers e dei takers (Adam Grant). I takers sono coloro che dalle relazioni prendono senza dare nulla in cambio e si contrappongono ai givers che invece tendono a dare in maniera incondizionata. Per costruire una relazione di valore e di scambio con gli altri sicuramente bisogna essere bilanciati nel dare e avere ed evitare di apparire agli occhi degli altri come avidi o egoisti.

Le relazioni di valore sono il pilastro fondamentale del business networking a cui si aggiunge un atteggiamento cordiale, la capacità di coinvolgimento dei propri interlocutori e la disponibilità a dare valore e giusta importanza.

Il business networking viene spesso associato al passaparola, ma non è propriamente così. Come analizzato il business networking si basa sulla costruzione di una rete sociale, che certamente passa anche tramite e grazie al passaparola, ma non solamente.

Il passaparola esiste da sempre e soprattutto nei piccoli centri è spesso utilizzato per farsi pubblicità. Internet, poi, ha sicuramente cambiato e migliorato le pratiche di diffusione del passaparola, portando e garantendo una accelerazione del fenomeno, senza però stravolgerne la natura. Nonostante la competizione sia aumentata, grazie al digitale, e i clienti siano sempre più attenti nella selezione dei prodotti e servizi, ancora oggi la selezione si basa sulla fiducia e sulla conoscenza pregressa, insomma, ancora oggi si basa tutto sulle raccomandazioni fatte da altri utenti.

Al passaparola si aggiunge, quindi, la costruzione di una rete di “partner”, grazie all’attività di business networking, che possano fornire segnalazioni.

Come mettere in pratica il business networking

È chiaro che per far funzionare la rete di conoscenze, questa va alimentata e costruita nel tempo. Bisogna dedicare spazio e attenzione ai rapporti e farli diventare nel corso degli anni delle relazioni da cui prendere e dare valore. Per fare questo e per ottenere un riscontro positivo dalla propria rete sociale è importante dedicare il giusto impegno.

In linea di massima, così come per le relazioni personali, la prima regola è quella di non saltare eventi importanti. Se un partner ha organizzato un evento per un lancio è bene presentarsi ed essere di supporto. I rapporti richiedono lavoro e fatica, ma nel momento del bisogno sanno ricompensare tutto ciò che è stato investito su di loro.

Chiedere sì, ma non sempre. È chiaro che se ai vostri partner o alla vostra rete di conoscenze fate sempre richieste questi non vi vedranno di buon occhio. È fondamentale saper scegliere quando e quale cosa chiedere.

Infine, bisogna sempre essere onesti e sinceri così come nelle relazioni personali per evitare che le connessioni non siano solide.

Business networking: quali opportunità

Le opportunità che una solida e valida rete di conoscenze può portare al business sono molte sia in termini reputazionali e di passaparola sia per nuove partnership che si possono sviluppare nel corso del tempo. È chiaro che avere una rete di connessioni e di relazioni valide a cui appoggiarsi per sviluppare idee di business può fare la differenza in tantissime situazioni e può dare valore al proprio business.

La rete può essere una fonte di nuove prospettive e idee, lo scambio di informazioni, esperienze e obiettivi è uno dei vantaggi fondamentali del networking perché permette di acquisire delle nuove prospettive, che permettano di osservare il lavoro con altri occhi. Il networking, se ben utilizzato, può incrementare le competenze, grazie al continuo scambio di informazioni e pareri si ha l’opportunità di entrare in contatto con idee e visioni diverse e di essere sempre stimolati, apprendendo nuove competenze fondamentali per il mondo di lavoro ibrido contemporaneo.

Argomenti

# brand

Iscriviti a Money.it