Analisi Forex: USD/CAD rallenta vicino resistenza dinamica, pausa prima di nuovi top?

I corsi del cambio USD/CAD sono al momento collocati in un’area resistenziale che comprime i prezzi da oltre un mese. Le quotazioni potrebbero però essere pronte ad una rottura della resistenza

Analisi Forex: USD/CAD rallenta vicino resistenza dinamica, pausa prima di nuovi top?

Dopo aver rimbalzato sull’area supportiva di 1,2950 i prezzi del cambio USD/CAD hanno perso smalto nelle ultime due sedute, attestandosi a 1,3153. I corsi sono infatti giunti nei pressi della resistenza dinamica ottenuta con i massimi del 27 giugno e del 20 luglio scorsi e potrebbero ora iniziare a lateralizzare tra gli attuali livelli e 1,3020, zona di passaggio della linea di tendenza che collega i minimi del 2 febbraio 2018 a quelli del 17 aprile 2018.


USD/CAD, grafico giornaliero. Fonte: Bloomberg

Le quotazioni, sempre più compresse tra queste due trendline, potrebbero presto avere una violenta reazione dovuta ad un breakout di una delle due. Se ci dovesse essere una rottura della resistenza i corsi potrebbero venire proiettati verso i massimi annuali di 1,3386 mentre se ci dovesse essere il breakout della trendline supportiva i corsi potrebbero dirigersi in primis verso quota 1,2956, supporto lasciato in eredità dai minimi dell’11 giugno 2018, per poi passare a quota 1,2743 dove si trova un’area supportiva data dalla congestione creatasi a cavallo del 10 e 22 maggio 2018.

Si potrebbe quindi restare alla finestra in attesa che avvenga la rottura di uno dei due livelli sopracitati, avendo cura di tenere sempre a mente che ci si trova in un trend rialzista molto forte e quindi convenga privilegiare l’operatività long rispetto a quella short, a meno che non si abbiano chiari segnali di un cambiamento di tendenza.

Fai trading ora con eToro Demo gratuita

Strategia operativa su USD/CAD

Da quanto emerso nell’analisi quindi si potrebbe adottare un’operatività di matrice rialzista nel caso in cui ci dovesse essere una chiusura giornaliera superiore a 1,3194. In questo caso si potrebbero adottare strategie di matrice long con stop loss sotto 1,3056 e obiettivo principale a 1,3340. L’obiettivo finale sarebbe invece individuabile a 1,3360.

Se invece le quotazioni dovessero cedere il passo al fronte ribassista, si potrebbero utilizzare strategie short che verrebbero validate con una chiusura giornaliera al di sotto di 1,3010. Tale tipo di operatività avrebbe stop loss a 1,3160, obiettivo principale a 1,2860 e obiettivo finale a 1,2830.


Elaborazione ufficio studi Money.it

Iscriviti alla newsletter per ricevere le news su Analisi Tecnica Forex

Condividi questo post:

Commenti:

Trading online
in
Demo

Fai Trading Online senza rischi con un conto demo gratuito: puoi operare su Forex, Borsa, Indici, Materie prime e Criptovalute.