Trading: insistere di aver sempre ragione è una via senza uscita

A volte, nel mercato azionario, sbagliare è meglio.

Trading: insistere di aver sempre ragione è una via senza uscita

Avete mai sentito la parola “atychiphobia”? Suona come un concetto complicato, ed ha anche un suono molto strano.

In tedesco questa parola significa la paura paralizzante di commettere degli errori o di fallire. L’autore stesso ha trascorso molti anni della sua vita cercando di liberarsi di questa paura. Ha appreso molte cose interessanti che vorrebbe condividere con voi in questo articolo.

Questo approfondimento è a cura di Traders’ Magazine Italia, www.traders-mag.it.

Tutti noi conosciamo luoghi comuni come “Non c’è niente di male a volte a sbagliare”; “Tutti commettono degli errori”; “Si impara dai propri errori” e così via. In linea di principio, tutti le usiamo. Tuttavia, sono diventate frasi così comuni che non sono nemmeno più espressive. Conosciamo il loro significato, ma quando si tratta di noi, proviamo una sensazione di frustrazione, insoddisfazione, collera e rabbia, se ci accorgiamo di aver sbagliato.

Comprendere una cosa, non significa automaticamente che essa sarà applicata. In altre parole, comprendere il significato di qualcosa e pensare a qualcosa per convinzione sono due cose completamente diverse. Vale a dire, quando si capisce l’importanza di una cosa, di solito si allinea il proprio comportamento con questa convinzione. La maggior parte delle persone farebbero di tutto in proprio potere per evitare “di avere torto”. Questo è il problema – non solo per noi come trader, ma anche per noi come individui. Per di più, si rivela un problema per noi come cultura.

In questo articolo chiariremo perché sia così importante per noi avere ragione e perché questo possa essere un problema. Infine, dovreste, nella migliore delle ipotesi, lasciarvi questa sensazione alle spalle. Se lo farete, sarà il primo passo verso il successo nei mercati e anche verso la libertà come individuo.

Perché vogliamo sempre avere ragione?

Il motivo è abbastanza insidioso e sta scuotendo le fondamenta della nostra società. La base si trova nell’educazione, nella quale abbiamo già incanalato i bambini a imparare cosa gli viene insegnato. Li alimentiamo con fatti e poi chiediamo il loro parere. Coloro che commettono meno errori saranno considerati i più bravi, mentre quelli con i voti peggiori dovranno soffrire e sentirsi imbarazzati.

Il sistema educativo non prende in considerazione l’insegnamento di come si può imparare dai propri errori e che è possibile ricominciare dopo un insuccesso – anche se questo è un fattore davvero cruciale per il nostro apprendimento. La società esclude chi non soddisfa gli standard richiesti. Ci hanno educati a cercare la perfezione nelle nostre vite – anche se tale cosa non esiste. Fin dall’inizio, impariamo ad evitare le situazioni dolorose causate da un insuccesso o da un fallimento.

Di conseguenza, sviluppiamo una passione per questo, ad avere ragione. Una persona che vuole essere un trader, un imprenditore o un pioniere autosufficiente e in grado di auto-gestirsi, ha ora un percorso davanti a sé, dove si troverà completamente impreparato e dovrà quindi affrontare la dura realtà.
Invece di convivere con l’incertezza e di adattarsi a questo, stiamo disperatamente cercando di fornire sicurezza – anche dove non c’è e non può essere data. Come trader, aspiriamo a quella sensazione di sicurezza, che ci viene data dall’analisi tecnica e che i numerosi indicatori sui nostri grafici apparentemente ci forniscono (vedi Figura 1). Gli alti e bassi dei mercati fanno oscillare il nostro umore come un pendolo. Quando falliamo, ci sembra di impazzire. Mentire ora può solo significare che c’è anche qualcosa che non va con noi stessi. Così perseveriamo e ci sforziamo sempre di più ad avere ragione. Perché questo ci fa sentire intelligenti, responsabili, rispettabili e coraggiosi (Figura 2). Una falsa credenza in un ciclo infinito!

F1) Esempi di valori del indicatore ChartMill

Tracciando indicatori e linee di tendenza nel nostro grafico, ci culliamo in una presunta sicurezza. Apparentemente, non ci possono essere errori. Ma qualsiasi analisi può essere errata ed essere soggetta alla valutazione soggettiva del rispettivo trader. L’EMA (Exponential Moving Average) è per esempio un average ponderato, dove un peso maggiore viene dato ai prezzi più recenti rispetto ai prezzi più vecchi. Una dominante tendenza rialzista viene data per scontata, purché il prezzo sia sopra l’EMA (200) e a una dominante tendenza ribassista, purché il prezzo sia sotto l’EMA (200). Questa è sempre solo un’indicazione, non una garanzia. Come mostra l’esempio, il DAX volatile ha oscillato attorno al graduale calo dell’EMA (200) (linea rosa), che qui non aveva alcun segnale chiaro. Nel breve termine una posizione short sarebbe stata giusta, ma nel lungo termine saremmo usciti dal trend.

La precisa scala della realtà

Inflessibilità significa mediocrità. Se diamo retta a questo fatto, possiamo capovolgere la situazione. Dobbiamo abbandonare il nostro bisogno di avere sempre ragione, diventando così amici con la nostra incertezza. Per fare questo dobbiamo avere una mentalità aperta verso i seguenti punti:

  1. Non abbiamo alcun controllo! Il mondo è governato da causa ed effetto. La vita di ognuno di noi è il risultato diretto di cause (passate e presenti), sulle quali non abbiamo alcun controllo. Questo è determinato da vari fattori, che non possiamo analizzare. Avete controllo sulle persone che influenzano la vostra vita? Avete controllo sulla potenza della natura? Avete controllo sui mercati? Questo controllo è un’illusione.
  2. Le nostre decisioni sono (per la maggior parte) non obiettive. Siamo propensi a pensare che le nostre opinioni siano formate da un’attenta e oggettiva valutazione di idee, fatti, parametri eccetera. Pertanto appaiono intelligenti e ragionevoli. In realtà, le nostre decisioni e opinioni sono spesso basate sulle nostre credenze, che potrebbero essere in conflitto con i fatti.
  3. I pareri sorgono nella nostra mente. Il nostro ambiente – inclusi i mercati – non cataloga le informazioni che ci fornisce. Bene, male, giusto o sbagliato sono solo opinioni soggettive, prodotte solo nella nostra mente.

Queste conclusioni ci rendono consapevoli della nostra inefficienza e mancanza di flessibilità – il vero motivo della nostra incapacità di raggiungere risultati positivi sostenibili nel trading. Dite addio all’idea di voler avere sempre ragione. Potrete percepire il vostro trading in modo completamente diverso.

F2) Lascia che passi

Bisogna imparare a come distaccarsi emotivamente dai propri trade. Ritenendo che tutto andrà come previsto. Per esempio, vi trovate con un titolo forte dopo un pullback (Adidas come esempio) e il prezzo sale. In realtà, tutto va bene, vi sentite felici ed euforici. Allo stesso tempo siete seduti sui carboni ardenti e vi aspettate un calo dei prezzi (frecce rosse). Infatti, ad un certo punto l’inversione è in arrivo e voi siete stopped out. Si tratta fondamentalmente di seguire le proprie regole e di uscire
quando il mercato lo richiede – per esempio, nel caso che il prezzo slitti sotto la prima freccia rossa. Se il vostro segnale di uscita arriva veramente, dovete eseguirlo – anche se in precedenza era ancora positivo. Anche nel caso di una perdita, se l’impostazione fallisce immediatamente: limitare le perdite non significa fallire ma seguire le regole.

Liberare se stessi

Non esiste alcuna medicina per questo, dobbiamo essere più tolleranti e meno severi con noi stessi. I seguenti consigli vi saranno utili se vi impegnerete con determinazione.

  1. Saper riconoscere quando volete avere ragione. Provate ad osservare il vostro corpo e i vostri pensieri in una situazione di stress. Vedrete che molto spesso il vostro stress è la conseguenza della resistenza. Dovete adottare questa posizione se volete avere ragione in una cosa. Diventando consapevoli del vostro comportamento, otterrete un potente vantaggio.
  2. Sbagliare va bene – davvero! Invece di ignorare questa frase dovreste consciamente affrontarla. Afferrate il significato in tutta la sua profondità. Il successo a lungo termine nei mercati è una strada tortuosa e mai una linea dritta. Rimanendo all’erta, sempre attivi e mantenendo la dimensione della posizione piccola, migliorerete con la pratica. E imparerete dai vostri errori.
  3. Come ci si sente a sbagliare? Probabilmente direte: “terribile”, “imbarazzante,” “frustrante”. Riformulando ora la domanda: “Come si sente la conoscenza a sbagliare?” Probabilmente altrettanto male. Potrebbe essere devastante, ma anche istruttivo, perfino divertente. A mentire il falso, ci si sente – se ci pensiamo più precisamente – davvero senza motivazione. Se non abbiamo ragione riguardo a qualcosa, avremmo al contrario anche la sensazione di avere ragione – semplicemente non ci siamo resi conto di aver sbagliato. Noi stessi possiamo creare, tramite la nostra percezione, la nostra esperienza in un contesto particolare. E possiamo sempre apportare delle modifiche su come percepiamo le singole situazioni. Dobbiamo solo modificare la nostra percezione di cosa significhi veramente la parola “sbagliato”. È vergogna o rabbia, ciò che la nostra visione in realtà limita, oppure fascino, imparzialità, motivazione e nuove opportunità?
  4. Diventare uno scienziato. Il progresso umano si basa sui fondamenti della ricerca scientifica. Se un esperimento scientifico viene portato a termine, avremmo molti risultati – sia positivi che negativi. Ma sono tutti punti di riferimento. Gli scienziati vedono i fallimenti semplicemente come dei punti di riferimento. Un approccio simile è anche utilizzato dai trader professionisti. Tutti i trade – sia i guadagni che le perdite – sono punti di riferimento. Se diamo retta a queste impostazioni, liberiamo le nostre menti dalle paure emozionali, dagli errori, dagli insuccessi e dai fallimenti personali.

Conclusioni

Senza sorprese, improvvisi cambiamenti e insuccessi, la nostra vita sarebbe monotona. Dovremmo accettare il fatto che non possiamo controllare tutto quello che esiste al di fuori di noi. Nell’incertezza, dobbiamo rimanere calmi e lasciare che le cose seguano il loro corso. Dobbiamo imparare a distaccarci da percezioni che ci limitano. Colui, che non desidera essere sempre giusto, pone le fondamenta per un trading di successo duraturo nel tempo. Sviluppiamo un benessere emotivo – ed è proprio questo il passo più creativo, intelligente e sensato che possiamo compiere.

- 

Iscriviti alla newsletter per ricevere le news su Psicologia del trading

Condividi questo post:

Commenti:

Prova gratis le nostre demo forex

Trading online
in
Demo

Fai Trading Online senza rischi con un conto demo gratuito: puoi operare su Forex, Borsa, Indici, Materie prime e Criptovalute.