Mobile World Congress 2020 annullato causa Coronavirus: non ci sarà

Il Mobile World Congress 2020, la fiera più importante per gli smartphone, è stato annullato a causa del Coronavirus. La cancellazione arriva dopo la scelta di molte aziende di disertare la fiera di Barcellona preoccupati dal virus cinese.

Mobile World Congress 2020 annullato causa Coronavirus: non ci sarà

Il Coronavirus infetta anche il Mobile World Congress 2020: l’evento, che si tiene a Barcellona ed è un punto di riferimento per il mondo smartphone è stato annullato. La cancellazione del MWC 2020 arriva dopo l’abbandono dei grandi produttori mobile come Samsung, Xiaomi, LG, Motorola, Nokia, Sony e molti altri preoccupati dalla possibile diffusione del virus cinese.

Una conferma quasi scontata quella dell’annullamento del Mobile World Congress 2020, visto anche il susseguirsi di assenze e cancellazioni di molti dei principali marchi e produttori: il Coronavirus è un rischio ancora serio e concreto e molte di queste aziende, provenienti dal continente asiatico, non se la sono sentita di rischiare.

Non può esserci un evento così importante senza novità da mostrare e senza le principali aziende a fare da espositori: è questo anche uno dei motivi principali che hanno portato i vertici del MWC 2020 di Barcellona a rinunciare all’edizione di querst’anno.

Coronavirus: Mobile Word Congress 2020 annullato

Intel e Nokia sono state solo ultime, in ordine cronologico, ad aver comunicato la propria assenza al Mobile Word Congress 2020 e la mancanza di brand del genere è solo l’ultimo, in ordine di importanza, di una serie di abbandoni d’eccezione.

Le ultime e voci di corridoio, riportate da diverse testate specializzate del settore, vedevano gli organizzatori della fiera stessi in procinto di prendere in mano la situazione: l’ipotesi di un annullamento della fiera, o di un rinvio a data da destinarsi, si è fatto via via sempre più concreto e la scelta in merito, attesa per questo venerdì, è arrivata con qualche ora d’anticipo.

Il meeting in questione, che avrebbe visto la partecipazione di 750 operatori e 400 rappresentati di società del mondo hi-tech, ha sentenziato le sorti dell’evento che, tecnicamente, sarebbe dovuto partire il prossimo 24 febbraio: il Mobile World Congress è stato annullato. L’evento avrebbe contato la partecipazione di oltre 100 mila persone e 6.000 di queste provenienti dalla Cina, dove si trovano alcune delle aziende mobile più importanti come Huawei, proprio il centro nevralgico da cui ha avuto inizio l’epidemia.

L’allarme Coronavirus è ovviamente la causa scatenante di questo boicottaggio che, sulla carta, potrebbe avere conseguenze economiche importanti per tutti i produttori coinvolti.

Mobile Word Congress 2020: quali marchi non ci saranno

Tra ripensamenti e annullamenti dell’ultimo minuto, la lista dei partecipanti al Mobile World Congress 2020 si è a mano a mano allungata subendo mai come quest’anno modifiche e variazioni fino ad arrivare a una situazione decisamente problematica.

Ecco chi ha scelto, preoccupato della possibile diffusione del Coronavirus, di disertare il MWC 2020:

  • Amazon
  • ASUS
  • Amdocs
  • BT
  • CommScope
  • Gigaset
  • Ericsson
  • Facebook
  • Iconectiv
  • Intel
  • LG
  • Mediatek
  • Nokia
  • NTT DoCoMo
  • NVIDIA
  • RADWIn
  • Samsung (che sarà presente ma solo in parte)
  • Sony
  • TCL (ma senza conferenza stampa)
  • Telenor
  • Ulefone
  • Umidigi
  • Vivo
  • Vodafone

La lista vedeva partecipe, prima della definitiva cancellazione, gli stand e i panel di Google, Huawei, Oppo, Xiaomi.

Quasi una ventina di rinunce importanti che hanno portato gli organizzatori del Mobile World Congress verso una decisione a dir poco storica e, forse, inevitabile.

Leggi anche Mercati e coronavirus: cosa sta succedendo?

Iscriviti alla newsletter Tecnologia per ricevere le news su Mobile World Congress

Condividi questo post:

Trading online
in
Demo

Fai Trading Online senza rischi con un conto demo gratuito: puoi operare su Forex, Borsa, Indici, Materie prime e Criptovalute.