Chi è Lorenzo Guerini, ministro della Difesa del Governo Draghi

Fiammetta Rubini

12 Febbraio 2021 - 21:05

condividi
Facebook
twitter whatsapp

Lorenzo Guerini, ex coordinatore del PD, confermato ministro della Difesa nel Governo Draghi. Biografia, carriera e vita privata.

Chi è Lorenzo Guerini, ministro della Difesa del Governo Draghi

Il ministro della Difesa del governo Draghi è ancora Lorenzo Guerini. Classe 1966, lodigiano, ex portavoce e vicesegretario del Partito Democratico, Guerini è uno stretto collaboratore di Renzi sin dalla sua scalata nel PD. Nel 2019 prende il posto di Elisabetta Trenta al dicastero di via XX Settembre.

Chi è Lorenzo Guerini: biografia e studi

Lorenzo Guerini è nato il 21 novembre 1966 a Lodi (MI) da padre impiegato in una vetreria e madre cuoca delle scuole comunali. La sua formazione inizia all’oratorio San Lorenzo di Lodi. Nel suo curriculum, un diploma in ragioneria e una laurea in Scienze Politiche alla Cattolica di Milano con una tesi sul filosofo Alessandro Passerin D’Entreves. Tra le esperienze professionali di Guerini, oltre alla politica, troviamo quella di consulente assicurativo.

Della sua vita privata si sa che è sposato e ha 3 figli.

Quanto guadagna Lorenzo Guerini? Qui potete consultare dichiarazione dei redditi e patrimonio del nuovo ministro della Difesa.

Qui di seguito invece è possibile visionare il CV di Lorenzo Guerini:

La carriera politica e il rapporto con Matteo Renzi

Agli esordi Guerini viene soprannominato l’“enfant prodige della DC lodigiana”. Nel 1990 viene eletto nel consiglio comunale di Lodi e diventa assessore ai Servizi Sociali. Nel 1994, appena 28enne, viene nominato segretario territoriale del Partito popolare italiano, erede diretto di quella che era la DC.

Segue la carica a presidente della Provincia di Lodi nel 1995, confermata nel 1999. Nel 2005 diventa sindaco della sua città e viene poi rieletto 5 anni dopo.

Nel 2012 lascia l’incarico per entrare nelle file del PD. Nel 2013 viene eletto deputato ed è membro della Commissione Finanze della Camera e nello stesso anno entra nella Segreteria del PD, dove diventa vice insieme a Debora Serracchiani. Anche nelle stanze del PD Guerini mette in mostra le sue straordinarie capacità di mediatore, e diventa presto un fidato di Renzi, all’epoca sindaco di Firenze. I due stringono i rapporti quando entrambi siedono all’Anci, l’associazione dei comuni italiani, per rinsaldarli quando Guerini entra nella cerchia di consiglieri di Renzi durante le primarie contro Bersani. È lì che il neoeletto ministro della Difesa assume il ruolo di portavoce, vicesegretario e coordinatore del PD.

Nel 2018 viene eletto presidente del Comitato parlamentare per la sicurezza della Repubblica (Copasir).

Iscriviti alla newsletter

Money Stories