Calcolo TASI 2018

Come si calcolo la TASI 2018?

Calcolo TASI 2018

Come fare per il calcolo della TASI 2018?

Il prossimo 18 giugno 2018 è la data di scadenza per il pagamento del primo acconto TASI 2018. Il saldo, invece, dovrà essere versato entro il prossimo 18 dicembre. Acconto e saldo TASI ammontano al 50% dell’imposta complessiva dovuta.

Il calcolo della Tasi 2018 varia da città a città: ciascun Comune, infatti, può stabilire con propria delibera l’aliquota da applicare.

Tuttavia, la normativa nazionale stabilisce l’aliquota base, che nel caso della TASI è pari all’1 per mille. Ciascun Comune può decidere autonomamente di aumentare la TASI - con il vincolo che la sua somma rispetto all’IMU non superi il 10,6 per mille - oppure abbassarla fino a ridurla a zero.

La regola per il calcolo della TASI 2018

Il procedimento da seguire per il calcolo della Tasi 2018 prevede l’applicazione della seguente formula:

rendita catastale x 1,05 (rivalutazione del 5%) x coefficiente catastale x aliquota /1.000

I coefficienti per ogni categoria catastale da tenere in considerazione per il calcolo sono i seguenti:

Da A/1 a A/11 con esclusione di A/10 160
A10 80
Da B1 a B8 140
C/1 55
C/2, C/6 e C/7 160
C/3, C/4 e C/5 140
Da D/1 a D/10 con esclusione di D/5 65
D/5 80

Esenzioni TASI 2018

Anche per il 2018 è stata confermata l’esenzione dal pagamento della Tasi sulla prima casa, con eccezione degli immobili di lusso appartenenti alle seguenti categorie catastali:

A1 Abitazioni di tipo signorile
A8 Ville
A9 Castelli o palazzi di eminente valore artistico o storico

In ordine agli affitti, potranno essere oggetto di esenzione solo quegli inquilini (ma non i proprietari) che hanno come residenza anagrafica e dimora abituale l’immobile in questione.

Inoltre, sono esentati dal versamento TASI 2018 anche gli immobili che:

  • sono di proprietà indivisa di cooperative edilizie e che sono abitazione principale dei soci;
  • sono stati individuati come alloggi sociali;
  • figurano come dimora coniugale assegnata dalla sentenza del giudice in caso di divorzio o separazione;
  • sono proprietà delle forze armate e che non siano locati;
  • sono di proprietà di anziani o disabili residenti in istituti di ricovero, non essendo locati (assimilazione ad abitazione principale è una facoltà e non un obbligo dei singoli Comuni)

Nel caso della TASI, i terreni agricoli sono totalmente esenti dal pagamento, a differenza di quanto avviene, invece, per l’IMU.

Iscriviti alla newsletter "Fisco" per ricevere le news su Tasi

Condividi questo post:

Commenti:

Trading online
in
Demo

Fai Trading Online senza rischi con un conto demo gratuito: puoi operare su Forex, Borsa, Indici, Materie prime e Criptovalute.