Chi è Banksy: opere, biografia e vera identità

Chi è Banksy e qual è il suo vero nome? Chi si nasconde dietro il misterioso street artist, e quando guadagna con le sue opere? Ecco le teorie più gettonate sulla sua vera identità.

Chi è Banksy: opere, biografia e vera identità

Chi è Banksy? Quanti anni ha? Dove e quando è nato? Se lo chiedono in molti, colpiti dalla crescente fortuna del noto street artist inglese, che quest’anno ha visto una sua opera battuta all’asta per 11.121.332,75 milioni di euro e ha da poco aperto un suo shop online, (Gross Domestic Product), di cui si preannuncia il crash per le troppe richieste giunte da ogni parte.

Le opere di Banksy a sfondo satirico, politico e sociale, dalla ragazza con il palloncino al lanciatore di fiori, passando per i poliziotti che si baciano, lo hanno reso un’icona mondiale della street art, forse anche aiutate dal mistero della sua identità, diventata un vero e proprio caso di studio e indagine. Tuttora non si sa chi è Banksy, anche se alcune indiscrezioni (come un video ritrovato risalente al 2003) e teorie lasciano dei possibili indizi.

Biografia di Banksy: chi è? La teorie sull’identità dell’artista

Banksy nasce come artista nella scena underground di Bristol, in Inghilterra, dove ha collaborato con artisti e musicisti. Le sue prime opere di graffiti e street art risalgono al 1990, per cui si ipotizza che l’anno di nascita di Banksy sia il 1974 (o giù di lì). Sulla sua identità sono presenti molte teorie, che porterebbero principalmente verso due indiziati: Robert Del Naja e Robin Gunningham.

Ad avvalorarle l’indiscrezione di dj Goldie che ha affermato che il nome di Banksy sia Rob. Vediamo le teorie sull’identità di Banksy.

Banksy è Robert Del Naja: le teorie e le prove

Banksy è Robert Del Naja? Robert Del Naja è membro e fondatore del gruppo musicale inglese Massive Attack, che prima di dedicarsi alla musica era un artista di graffiti, sotto il nome 3D (anche lui di Bristol). Banksy ha più volte affermato di essersi ispirato all’arte di 3D, e di stimarlo molto come artista; potrebbero dunque essere la stessa persona? Secondo il giornalista Craig Williams sì.

Il giornalista ha infatti condotto un’inchiesta incrociando le date dei concerti dei Massive Attack con l’apparizione dei murales nelle città, che coincidevano perfettamente. Fino a Napoli, dove nel settembre del 2004, in seguito alla partita Napoli-Cittadella, Banksy realizza la “Madonna con la pistola”. Indizio questo che ricondurrebbe a Del Naja, il cui padre era napoletano e tifoso della squadra.

Banksy è Robin Gunningham: indiscrezioni e video

La seconda teoria sull’identità di Banksy condurrebbe a Robin Gunningham, artista britannico e studente della Bristol Cathedral Choir School. Ben due inchieste (ad opera del Mail on Sunday e della Queen Mary University di Londra) hanno affermato che Banksy è Robin Gunningham, avvalorando questa tesi con tanto di prove scientifiche. L’Università della Queen Mary ha, infatti, ricorso al cosiddetto “profilo geografico criminale”, che altro non è che il metodo utilizzato dalla polizia per trovare i criminali recidivi.

Non solo, ad avvalorare questa tesi ci sarebbero tre video, che ritrarrebbero il noto street artist nel 1995 su Artnet, nel 2003 su ITV News e nel 2016. Quest’ultimo pubblicato da un utente di Youtube che, in una strada buia, incontra un uomo con cappuccio che ha appena finalizzato un graffito firmato Banksy. Il ragazzo cercherebbe di scappare, ma prima di farlo si volta, ed ecco:

A confronto con un una foto di Robin Gunningham:

Quindi, chi è Banksy? La sua identità non si può confermare, ancora. Ma parlare delle possibilità e delle teorie forse può aiutare i possibili acquirenti del suo negozio online a capire i suoi gusti, e rispondere nel migliore dei modi alla domanda Why Does Art Matter? per accaparrarsi una delle opere originali di Banksy a prezzi abbordabili.

Iscriviti alla newsletter Altre Rubriche

Condividi questo post:

Trading online
in
Demo

Fai Trading Online senza rischi con un conto demo gratuito: puoi operare su Forex, Borsa, Indici, Materie prime e Criptovalute.