Analisi tecnica e Grafico: Analisi Tecnica Forex

Pubblicato il 9 agosto 2018

Analisi tecnica e grafico Analisi Tecnica Forex
Valori
Ultimo prezzo 0,6644
Variazione -1,53%
Max (52 settimane) 0,7438
Min (52 settimane) 0,66
Indicatori
MM200 0,71
RSI 14 31,46
MACD -0,003
Performance
1 settimana -1,61%
1 mese -2,82%
3 mesi -4,91%

Analisi tecnica Forex: NZD/USD rompe i minimi pluriennali, si attende la chiusura della giornata odierna

Il Kiwi rompe l’area di consolidamento e i minimi pluriennali, sarà necessario attendere la chiusura odierna per valutare la propria operatività

Il cambio NZD/USD ha finalmente rotto l’area di consolidamento triangolare sviluppatasi nel mese di luglio scorso che contava come parte superiore la trendline discendente visibile collegando i massimi segnati lo scorso 9 luglio (che coincideva anche con un livello statico importante insieme al minimo segnato a maggio) con i massimi segnati il 26 luglio; e come parte inferiore la trendline ascendente che collega i minimi segnati il 3 e il 19 luglio.

Interessante notare come, prima del vigoroso breakout della figura grafica, si sia verificata una compressione di volatilità (pattern inside multiple) dalla quale è sfociato l’impulso ribassista che ha portato le quotazioni a livelli che non si vedevano da circa 2 anni.

L’attuale breakout dovrà essere chiaramente confermato con la chiusura odierna: questa dovrà necessariamente rimanere al di sotto di 0,6687 dollari per poter considerare l’apertura di posizioni di natura ribassista.

Nel caso la rottura dovesse essere confermata il Kiwi incontrerebbe successivamente il livello statico a 0.6583 dollari e, dopo di questo, la discesa potrebbe continuare verso livelli molto più bassi per via della mancanza di supporti chiave rilevanti. Il successivo supporto statico potrebbe essere identificato a 0,6350 dollari, minimo toccato nel mese di marzo 2016.

Per questo motivo si vuole privilegiare un’operatività di tipo ribassista con l’obiettivo di sfruttare l’eventuale calo delle quotazioni teoricamente abbastanza libere da impedimenti quali supporti dinamici e statici significativi. Nel caso invece si dovesse assistere ad una ripresa delle quotazioni, con chiusura al di sopra di 0,6687 dollari, si potrebbe vedere il Kiwi in area 0,6858 dollari, area resistenziale di luglio.

SCENARIO LONG

Long da 0,6690 con stop loss fissato a 0,6650, target intermedio a 0,6790, target finale a 0,6860.

SCENARIO SHORT

Short da 0,6650 con stop loss fissato 0,6695, target intermedio a 0,6580, target finale a 0,6450.

Iscriviti ora alla newsletter di Money.it

Scopri le ultime analisi e notizie dal mondo dell’economia, della finanza e del Forex.