Analisi tecnica forex: Eur/Usd riprende vigore ma ancora non basta, che livelli monitorare ora?

Le quotazioni del cambio Eur/Usd stanno prendendo fiato, ma per mettere in piedi un rimbalzo occorre più forza

Analisi tecnica forex: Eur/Usd riprende vigore ma ancora non basta, che livelli monitorare ora?

Nella seduta odierna si sta assistendo ad un recupero della moneta unica nei confronti del dollaro americano, con gli scambi che al momento della scrittura fanno segnare un +0,35%.

Le quotazioni del cambio EUR/USD sembrano ora dirette a testare quella che era la parte supportiva (ora zona resistenziale) e inferiore del triangolo rotto il 2 agosto scorso, formato nella sua parte superiore dalla trendline che collega i massimi del 14 giugno 2018 a 1,1851 dollari con quelli del 9 luglio 2018 a 1,1790 dollari, nella sua parte inferiore dalla linea che collega i minimi del 21 giugno 2018 a 1,1509 dollari con quelli del 28 giugno 2018 a 1,1527 dollari.


EUR/USD, grafico giornaliero. Fonte: Bloomberg

Se tale resistenza dovesse respingere i prezzi, essi potrebbero essere traghettati in area 1,1510, ultimo baluardo rialzista prima di un’altra possibile accelerazione ribassista fino ad area 1,1350, successivo supporto statico importante.

Se invece si dovesse verificare un’ulteriore estensione rialzista delle quotazioni, con una chiusura giornaliera sopra 1,1640 dollari, allora si creerebbe una falsa rottura del triangolo precedentemente menzionato, che porterebbe ad un significativo rialzo dei prezzi.

A livello operativo risulta quindi importante attendere il test di area 1,1624 dollari zona che se rotta definitivamente a rialzo potrà far salire di molto i corsi del cambio principale o, al contrario, farli scendere verso i minimi annuali se funzionerà come area resistenziale.

Fai trading ora con eToro Demo gratuita

Strategie operative su EUR/USD

Da quanto emerso dall’analisi tecnica di EUR/USD si potrebbero adottare strategie di matrice long che abbiano come punto di entrata il recupero di 1,1640 dollari con stop loss a 1,1530 dollari, obiettivo primario a 1,1760 dollari e obiettivo finale a 1,1850 dollari.
Per il lato short, invece, si potrebbero utilizzare strategie di stampo ribassista nel caso di un respingimento con pattern che indichi debolezza in area 1,1624 dollari: tali strategie avrebbero stop loss a 1,1680 dollari con obiettivo principale a 1,1520 dollari ed obiettivo finale a 1,1480 dollari.


Elaborazione ufficio studi Money.it

Iscriviti alla newsletter per ricevere le news su Analisi Tecnica Forex

Condividi questo post:

Commenti:

Trading online
in
Demo

Fai Trading Online senza rischi con un conto demo gratuito: puoi operare su Forex, Borsa, Indici, Materie prime e Criptovalute.