Spesometro

Con il termine Spesometro si fa riferimento alla comunicazione polivalente ovvero alla comunicazione telematica dei dati rilevanti ai fini IVA che deve essere eseguita dai soggetti passivi IVA all’Agenzia delle Entrate.

In tal senso lo spesometro si qualifica come uno strumento di lotta alla frode fiscale, consentendo all’Agenzia delle Entrate di disporre di un database enorme su cui effettuare i relativi controlli.

Le scadenze fiscali relative allo spesometro annuale 2017 con riferimento al periodo d’imposta 2016 sono le seguenti:

  • 10 aprile 2017 per i contribuenti mensili;
  • 20 aprile 2017 per i contribuenti trimestrali;
  • 2 maggio 2017 per gli operatori finanziari.

Con il Decreto Legge 193/2016 la normativa sullo spesometro è stata fortemente riformata con l’introduzione dei seguenti adempimenti:

  • comunicazione liquidazioni IVA trimestrali;
  • spesometro trimestrale (semestrale solo per il 2017).

Per maggiori approfondimenti i lettori interessati possono fare riferimento alla nostra guida “Spesometro 2017 annuale contribuenti IVA mensili e trimestrali

Spesometro, ultimi articoli su Money.it

Spesometro 2015 ai nastri di partenza, 4 milioni sono a rischio controlli

Stefania Manservigi

11 Aprile 2015 - 23:37

Spesometro 2015 ai nastri di partenza, 4 milioni sono a rischio controlli

Dal 10 aprile è ufficialmente ripartito lo spesometro che anche quest’anno contribuirà a fornire dati al redditometro. Sono circa 4 milioni gli operatori economici a rischio controlli. Ma a cosa serve lo spesometro? Qual’è l’impegno assunto dall’Agenzia delle Entrate per migliorare tale strumento di controllo?