Elezioni regionali Molise 2018, risultati definitivi: Donato Toma nuovo governatore

I risultati definitivi di queste elezioni regionali in Molise: affluenza del 52,17%, vince il Centrodestra con Donato Toma.

Elezioni regionali Molise 2018, risultati definitivi: Donato Toma nuovo governatore

Donato Toma è il nuovo governatore del Molise. Il candidato del centrodestra ha infatti ottenuto il 43,46% dei voti, superando così gli altri tre contendenti e in particolare il pentastellato Andrea Greco che si è fermato al 38,50% dei consensi.

Nonostante le direttive del Viminale, causa problemi con la nuova legge elettorale non c’è stato l’accorpamento del voto in Molise con le elezioni politiche e le altre regionali che si sono tenute lo scorso 4 marzo.

Visto il delicato momento politico nazionale, questo voto ha assunto di conseguenza una grande importanza, tanto che tutti i maggiori leader non hanno mancato di farsi vedere nel Molise in occasione di queste elezioni regionali.

I risultati delle elezioni regionali in Molise

In Molise si è votato dalle ore 07.00 fino alle 23.00. La rilevazione finale una volta chiusi i seggi, ha indicato un 52,17% degli aventi diritto che fhanno espresso il loro voto in queste regionali.

Qui di seguito potrete seguire una diretta live dello spoglio fino all’ufficializzazione dei risultati definitivi.

- Ore 11.48 Risultati definitivi

  • Donato Toma - 43,46%
  • Andrea Greco - 38,50%
  • Carlo Veneziale - 17,10%
  • Agostino Di Giacomo - 0,42%

- Ore 09:21 Per quanto riguarda i partiti e le liste, al momento il più votato è il Movimento 5 Stelle (31,45%). Non sfonda la Lega (8,29%) mentre ottimo risultato per la lista Orgoglio Molise (8,42%), Popolari per l’Italia (7,16%) e UDC (5,23%). Male il Partito Democratico (8,66%).

- Ore 09:18 Ormai appare chiara la vittoria di Toma: mancano da scrutinare soltanto poche sezioni e il vantaggio continua a essere ampio. Il candidato del Centrodestra sarà quindi il nuovo governatore del Molise.

- Ore 08:35 Con 355 sezioni scrutinate su 394 Donato Toma è in testa con il 44,2%, segue Andrea Greco con il 37,9%. Più staccati Carlo Veneziale con il 16,8% e Agostino Di Giacomo con lo 0,4% dei voti.

- Ore 01:53 Dopo 9 sezioni su 394 Toma è in vantaggio su Greco con 1.611 voti raccolti contro 953. Più staccato Veneziale con 438 voti.

- Ore 01.16 Lo scrutinio procede a rilento, Toma leggermente in vantaggio dopo lo spoglio di 4 sezioni su 394

- Ore 00.18 Iniziano ad arrivare i primi voti scrutinati: confermato il testa a testa tra Greco e Toma.

- Ore 00.11 Rispetto al 2013 quando votarono il 61,63%, l’affluenza è calata di quasi dieci punti percentuale.

- Ore 23.58 l’affluenza alle ore 23.00 è stata del 52,17%

- Ore 23.35 L’affluenza definitiva a Campobasso è stata del 50,11%, mentre a Isernia del 56,96%.

- Ore 23.00 Si sono chiuse le urne.

- Ore 19.00 L’affluenza al momento è del 38,70%.

La legge elettorale

Tra i vari appuntamenti elettorali in programma nel 2018 ci saranno anche le elezioni regionali in Molise. A differenza del 2013 non c’è stato però l’accorpamento con le politiche.

Il ministero degli Interni con una nota aveva ufficializzato una sorta di election day per lo scorso 4 marzo, accorpando il voto nazionale alle elezioni regionali in Lombardia, Lazio e appunto Molise.

A causa delle problematiche relative alla nuove legge elettorale in vigore, per il Molise si è deciso alla fine per uno slittamento al 22 aprile, con l’ufficialità della data che è arrivata solo a fine gennaio.

La nuova legge elettorale regionale prevede la presenza di un unico collegio, del premio di maggioranza a chi ha ottenuto più voti e l’eliminazione del listino maggioritario oltre che del voto disgiunto.

La soglia di sbarramento sarà dell’8% per quanto riguarda le coalizioni e del 3% per le singole liste. In generale si tratta di un sistema di voto proporzionale senza la possibilità del voto disgiunto. La cosa più importante è il premio di maggioranza (12 consiglieri su 20) per il candidato che arriva primo.

Chi ha preso un voto più degli altri avrà quindi garantita la governabilità. Particolare questo non di poco conto visto che al momento, così come un po’ in tutta Italia, anche il Molise sembrerebbe essere perfettamente spaccato in tre tronconi.

I candidati

Sono quattro i candidati che hanno preso parte alle elezioni regionali in Molise. Vediamo allora nel dettaglio chi sono e da quali partiti o liste sono appoggiati.

  • Carlo Veneziale - Partito Democratico, Molise 2.0, Molise di Tutti, Liberi e Uguali e Unione per il Molise
  • Donato Toma - Forza Italia, Fratelli d’Italia, Noi con l’Italia, Lega Salvini Molise, Unione di Centro, Movimento Nazionale per la Sovranità, Orgoglio Molise, Popolari per l’Italia e Iorio per il Molise
  • Andrea Greco - Movimento 5 Stelle
  • Agostino Di Giacomo - CasaPound

Il governatore uscente Paolo Di Laura Frattura, che nel 2013 riuscì a interrompere il regno di Michele Iorio che con il centrodestra governava dal 2001, inizialmente aveva deciso di non candidarsi.

Dopo il tramonto dell’ipotesi di una candidatura unitaria con Antonio Di Pietro, alla fine l’attuale governatore aveva dato la sua disponibilità a correre per un secondo mandato. Una scelta che aveva provocato la rottura con la sinistra di Molise 2.0. Alla fine si è arrivati alla scelta condivisa da parte di tutto il Centrosinistra di candidare l’attuale assessore Carlo Veneziale.

Dopo una ridda di ipotesi tra Michele Iorio prima (si è candidato senza successo alle politiche) e Enzo Di Giacomo poi (disponibilità venuta meno dopo i tentennamenti dei partiti), la scelta del Centrodestra è ricaduta su Donato Toma, Presidente dell’Ordine dei Commercialisti di Campobasso.

Oltre che da Forza Italia, Fratelli d’Italia, Noi con l’Italia e Lega, Toma sarà appoggiato in questa corsa anche dal Movimento Animalista, Movimento Nazionale per la Sovranità, Idea Popolo e Libertà, Orgoglio Molise, Alleanza per il Futuro, Popolari per l’Italia e Il Molise che Vorrei.

Nel Movimento 5 Stelle sembrava certo un nuovo tentativo di diventare governatore da parte di Antonio Federico, già candidato dei pentastellati nel 2013 e nel 2011. Il consigliere regionale però ha preferito prendere parte alle politiche ed è stato eletto in Parlamento lo scorso 4 marzo.

Tramite il consueto voti online, alla fine gli attivisti hanno scelto come candidato Andrea Greco che, con 212 preferenze, alla fine ha avuto la meglio su Patrizia Manzo che invece si è fermata a 154 voti.

Energie per l’Italia invece aveva deciso di puntare su Michele Marone, che era supportato anche dalle liste Azione Civica Molise, Movimento Agricolo Molisano e Civici d’Italia.

Alla fine però è arrivato il passo indietro di Marone per “non essere il Pirozzi molisano”, con alcune delle liste che lo sostenevano che adesso potrebbero sposare il progetto del Centrodestra di Toma.

A completare questo poker di candidati per la Regione Molise è CasaPound, lista ammessa dopo che era stata data come in bilico, che ha deciso di puntare su Agostino Di Giacomo.

I sondaggi

Vediamo comunque cosa dicevano a riguardo i vari sondaggi che sono stati resi noti negli ultimi mesi.

8 febbraio - centrodestra e Movimento 5 Stelle appaiati

Con ancora ignoti i nomi dei candidati delle tre principali forze politiche in campo, l’istituto Euromedia Research ha così ipotizzato l’attuale situazione in Molise.

  • Centrodestra - 37,8%
  • Movimento 5 Stelle - 37,7%
  • Centrosinistra - 26,6%

Per Euromedia quindi ci sarebbe un serrato testa a testa tra il centrodestra e il Movimento 5 Stelle, con il centrosinistra invece apparentemente più staccato e fuori dai giochi.

2 ottobre - Movimento 5 Stelle avanti

A inizio ottobre l’istituto Quorum vedeva invece in testa il Movimento 5 Stelle, con sia il centrodestra che il centrosinistra comunque non molto distanti e in partita per quanto riguarda la vittoria elettorale.

  • Movimento 5 Stelle - 35%
  • Centrodestra - 32,8%
  • Centrosinistra - 32,2%

Per Quorum quindi a ottobre la situazione era di sostanziale parità, anche se i risultati delle elezioni politiche con ogni probabilità hanno cambiato radicalmente il peso delle varie forze in campo.

Iscriviti alla newsletter per ricevere le news su Elezioni regionali 2018

Condividi questo post:

Commenti:

Prova gratis le nostre demo forex

Trading online
in
Demo

Fai Trading Online senza rischi con un conto demo gratuito: puoi operare su Forex, Borsa, Indici, Materie prime e Criptovalute.

Potrebbero interessarti

Alessandro Cipolla -

Valle d’Aosta, elezioni regionali 2018, risultati ufficiali: Union Valdotaine prima lista

Valle d'Aosta, elezioni regionali 2018, risultati ufficiali: Union Valdotaine prima lista

Commenta

Condividi

Alessandro Cipolla -

Elezioni regionali 2018, quando e dove si vota? Ecco tutti i candidati e i sondaggi

Elezioni regionali 2018, quando e dove si vota? Ecco tutti i candidati e i sondaggi

Commenta

Condividi

Alessandro Cipolla -

Elezioni regionali Friuli Venezia Giulia 2018, risultati definitivi: Fedriga nuovo governatore

Elezioni regionali Friuli Venezia Giulia 2018, risultati definitivi: Fedriga nuovo governatore

Commenta

Condividi