Elezioni regionali 2018, quando e dove si vota? Ecco tutti i candidati e i sondaggi

Dopo il voto in Lombardia e Lazio, saranno anche altre le elezioni regionali che si terranno nel 2018. Vediamo allora le date, i candidati e i sondaggi.

Elezioni regionali 2018, quando e dove si vota? Ecco tutti i candidati e i sondaggi

Ci saranno anche le elezioni regionali a infiammare, politicamente parlando, questo 2018: dopo il voto nel Lazio e in Lombardia del 4 marzo, in concomitanza con le politiche, anche altre quattro regioni saranno chiamate alle urne.

Vediamo allora quando ci saranno le elezioni regionali che interesseranno Friuli Venezia Giulia, Molise, Trentino Alto Adige e Valle d’Aosta, dando uno sguardo anche ai candidati in corsa e ai sondaggi che mano a mano verranno pubblicati.

Elezioni regionali 2018: quando e dove si vota?

Alcune delle elezioni regionali in programma nel 2018 si sono tenute, così come avvenuto cinque anni fa, in concomitanza con le politiche lo scorso 4 marzo. Lazio e Lombardia quindi hanno già eletti i loro nuovi governatori.

A prescindere dalla data, saranno in totale sei le regioni interessate da queste elezioni che si terranno nel 2018: Lazio, Lombardia, Molise, Basilicata e le tre a statuto speciale Trentino Alto Adige, Friuli Venezia Giulia e Valle d’Aosta.

In teoria il Viminale aveva stabilito che il 4 marzo data si fosse votato anche in Molise, ma alla fine si è deciso per uno slittamento al 22 aprile viste delle problematiche che si sarebbero riscontrate nella nuova legge elettorale della regione.

In Friuli Venezia Giulia si è votato alla scadenza naturale della legislatura il 29 aprile, mentre il 20 maggio sarà la volta della Valle d’Aosta. In autunno infine, le urne si apriranno in Basilicata e in Trentino Alto Adige.

I candidati e i sondaggi

Anche se ogni regione ha il suo sistema elettorale, l’unico aspetto comune è che a prescindere non ci sarà un ballottaggio: il candidato che otterrà anche solo un voto in più rispetto ai propri avversari diventerà il nuovo governatore.

Vediamo allora nel dettaglio e regione per regione tutte le novità sulle elezioni, i candidati, le loro possibili alleanze e i sondaggi che mano a mano verranno realizzati come si avvicineremo al voto.

Lazio

Questi sono i risultati ufficiali ottenuti dai nove candidati che si sono presentati.

  • Nicola Zingaretti - 32,92% (Partito Democratico, Liberi e Uguali, Lista Insieme, Più Europa, Centro Solidale e Zingaretti Presidente)
  • Stefano Parisi - 31,17% (Forza Italia, Fratelli d’Italia, Noi con l’Italia, Lega ed Energie per l’Europa)
  • Roberta Lombardi - 26,98% (Movimento 5 Stelle)
  • Sergio Pirozzi - 4,89% (Pirozzi Presidente, Lista Nathan)
  • Mauro Antonini - 1,94% (CasaPound)
  • Elisabetta Canitano - 1,41% (Potere al Popolo)
  • Jean Leonard Touadi -0,25% (Civica Popolare)
  • -* Giovanni Paolo Azzaro - 0,24% (Democrazia Cristiana)
  • Stefano Rosati - 0,16% (Riconquistare l’Italia)

Il governatore attuale Nicola Zingaretti, esponente del centrosinistra, ha ottenuto un secondo mandato riuscendo ad avere la meglio sul candidato del Centrodestra Stefano Pasrisi e su quello del Movimento 5 Stelle Roberta Lombardi.

Lombardia

Questi sono i risultati ufficiali ottenuti dai sette candidati che si sono presentati al voto del 4 marzo.

  • Attilio Fontana - 49,75% (Forza Italia, Lega, Fratelli d’Italia, Noi con l’Italia-UdC, Energie per la Lombardia, Partito Pensionati e Fontana Presidente)
  • Giorgio Gori - 29,09 % (Partito Democratico, Civica Popolare, +Europa, Lombardia Progressista-Sinistra per Gori, Obiettivo Lombardia per le Autonomie, Insieme per Gori e Lista Civica per Gori Presidente)
  • Dario Violi - 17,36% (Movimento 5 Stelle)
  • Onorio Rosati - 1,93% (Liberi e Uguali)
  • Angela De Rosa - 0,89% (CasaPound)
  • Massimo Gatti - 0,68% (Sinistra per la Lombardia)
  • Giulio Arrighini - 0,28% (Grande Nord)

Non ha risentito del passo indietro dell’ormai ex governatore Roberto Maroni il Centrodestra, che ha vinto alla grande in Lombardia facendo eleggere al Pirellone Attilio Fontana. Staccato di quasi venti punti percentuali il candidato del Centrosinistra Giorgio Gori.

Molise

Questi sono i risultati definitivi delle elezioni regionali che si sono svolte in Molise domenica 22 aprile.

  • Donato Toma - 43,46% (Forza Italia, Fratelli d’Italia, Noi con l’Italia, Lega Salvini Molise, Unione di Centro, Movimento Nazionale per la Sovranità, Orgoglio Molise, Popolari per l’Italia e Iorio per il Molise)
  • Andrea Greco - 38,50% (Movimento 5 Stelle)
  • Carlo Veneziale - 17,10% (Partito Democratico, Molise 2.0, Molise di Tutti, Liberi e Uguali e Unione per il Molise)
  • Agostino Di Giacomo - 0,42% (CasaPound)

Torna alla guida della regione il Centrodestra che, ribaltando l’esito delle politiche, riesce a superare un Movimento 5 Stelle dato alla vigilia come grande favorito. Male il Centrosinistra e il Partito Democratico che avevano guidato il Molise negli ultimi cinque anni.

Friuli Venezia Giulia

Per quanto riguarda il Friuli Venezia Giulia, questi sono i risultati definitivi delle elezioni del 29 aprile.

  • Massimiliano Fedriga - 57,10%
  • Sergio Bolzanello - 26,83%
  • Alessandro Fraleoni Morgera - 11,67%
  • Sergio Cecotti - 4,40%

Sondaggi della vigilia rispettati con Massimiliano Fedriga che diventa il nuovo governatore distaccando di molto gli altri candidati. Si difende comunque il Partito Democratico mentre fa registrare un passo indietro il Movimento 5 Stelle.

Valle d’Aosta

Sarà domenica 20 maggio la data delle elezioni regionali in Valle d’Aosta. Chiusi i termini per la presentazione, saranno dieci le liste in campo in questo voto dove farà il suo esordio la nuova legge elettorale che prevede un premio di maggioranza a chi riuscirà a raggiungere il 42%.

  • Area Civica-Stella Alpina-Pour Notre Vallée
  • Centrodestra Valle d’Aosta
  • Partito Democratico
  • Impegno Civico
  • Union Valdotaine Progressiste
  • Alpe
  • Lega Salvini Vallée d’Aoste
  • Union Valdotaine
  • Mouv’
  • Movimento 5 Stelle

Alle elezioni politiche fu il Movimento 5 Stelle ad aggiudicarsi il seggio della Camera sfruttando la divisione del Centrodestra. In queste regionali lo scacchiere è simile ma appare difficile che i pentastellati possano riuscire a ripetere l’exploit del 4 marzo.

Iscriviti alla newsletter per ricevere le news su Elezioni regionali 2018

Condividi questo post:

Commenti:

Prova gratis le nostre demo forex

Trading online
in
Demo

Fai Trading Online senza rischi con un conto demo gratuito: puoi operare su Forex, Borsa, Indici, Materie prime e Criptovalute.

Potrebbero interessarti

Alessandro Cipolla -

Valle d’Aosta, elezioni regionali 2018, risultati ufficiali: Union Valdotaine prima lista

Valle d'Aosta, elezioni regionali 2018, risultati ufficiali: Union Valdotaine prima lista

Commenta

Condividi

Alessandro Cipolla -

Elezioni regionali Friuli Venezia Giulia 2018, risultati definitivi: Fedriga nuovo governatore

Elezioni regionali Friuli Venezia Giulia 2018, risultati definitivi: Fedriga nuovo governatore

Commenta

Condividi

Alessandro Cipolla -

Chi è Massimiliano Fedriga? Biografia del nuovo governatore del Friuli Venezia Giulia

Chi è Massimiliano Fedriga? Biografia del nuovo governatore del Friuli Venezia Giulia

Commenta

Condividi