Altro che Recovery Fund, l’Italia ha un solo modo per salvarsi. C’è rischio austerity - Varoufakis

L’ex ministro delle finanze di Grecia lancia un monito all’Italia: c’è un solo modo per salvarvi e non è il Recovery Fund

Altro che Recovery Fund, l'Italia ha un solo modo per salvarsi. C'è rischio austerity - Varoufakis

Il Recovery Fund non salverà l’Italia. A dirlo Yanis Varoufakis, ex ministro delle Finanze greco, secondo cui la proposta della Commissione UE sta muovendo l’intera Europa nella direzione sbagliata.

Al centro del dibattito ancora una volta il progetto dell’esecutivo comunitario da 750 miliardi di euro, presentato lo scorso 27 maggio dopo giornate di speculazioni.

In virtù di questo piano, all’Italia andranno 172,2 miliardi di euro che verranno destinati ad alcune spese specifiche. Nonostante la grande quantità di denaro messo sul piatto d’argento la critica di Varoufakis non si è fatta attendere ed è arrivata nuovamente a teorizzare l’introduzione di nuove politiche di austerity, simili a quelle messe in campo contro la Grecia. Ma andiamo per ordine.

Perché Varoufakis è contrario al Recovery Fund

Le dichiarazioni dell’ex ministro delle finanze sono trapelate in occasione di un’intervista rilasciata a La Stampa durante la quale non sono mancate le critiche nei confronti del Recovery Fund proposto dalla Commissione europea.

Per dirla con le stesse parole di Varoufakis, l’UE si è trovata di fronte a un bivio ed è stata costretta a scegliere fra lo sgretolamento del blocco e l’integrazione finanziaria e politica. “Abbiamo preso la direzione sbagliata”, ha tuonato.

A sua detta infatti l’Italia non dovrebbe festeggiare la quantità degli aiuti pensati da Bruxelles ma dovrebbe invece essere più critica nei confronti della loro qualità.

Inciderà per circa l’1% del PIL italiano per i prossimi tre anni: un valore insignificante. Tanti miliardi, poi, essendo vincolati a investimenti in settori come le nuove tecnologie, saranno dirottati più su Francia e Germania che sull’Italia. Infine, i prestiti dovranno essere ripagati e, con un debito pubblico che salirà al 200% del PIL, sarà difficile farlo.”

Ecco come evitare l’austerity di Bruxelles

Secondo l’ex ministro, l’unico modo per salvare le sorti dell’Italia potrebbe essere l’emissione da parte della Banca Centrale Europea di obbligazioni di lungo termine, nello specifico di bond trentennali.

“Solo così l’Italia si salva. Altrimenti già tra un anno Bruxelles sarà pronta a chiedere politiche di austerity, come ha fatto con noi in Grecia.”

Tra le altre proposte, alternative al Recovery Fund, anche un piano di investimenti veicolati dalla BEI, un Green Deal di 500 miliardi annui e un helicopter money.

Iscriviti alla newsletter

2 commenti

foto profilo

GAMBALUNGA • 5 mesi fa

Ma non capisco… chi esattamente spera di ricevere montagne di quattrini GRATIS ???? E perché e a che titolo ? E chi emetterebbe questi quattrini da regalare, a cosa li ascriverebbe in contropartita? Quattrini gratis per Paesi spendaccioni?? O Paesi con Governi incapaci ?? E tale costo chi lo sosterrebbe ?? Forse i Paesi che, con molti loro sacrifici, hanno portato le loro finanze in ordine.- Quindi con il loro superavit, finanzierebbero GRATIS Paesi con bilanci disastrati. E’ cosi’ che funziona ??? Ma chi crede alle favole??

foto profilo

Cristina Ciccarelli • 30 maggio

È uno dei migliori economisti progressisti al mondo pertanto è saggio prenderlo sul serio, la Bce lo teme un po ’ perché ha capito e denunciato dei giochi sporchi e di vecchio stampo.

Trading online
in
Demo

Fai Trading Online senza rischi con un conto demo gratuito: puoi operare su Forex, Borsa, Indici, Materie prime e Criptovalute.

Money Stories