Ted Cruz d’accordo con Donald Trump: Wall Street è in bolla e presto scoppierà

Secondo il candidato repubblicano alla presidenza USA, Ted Cruz, Wall Street è una bolla generata dalle politiche espansive della Federal Reserve.

Distanti sulle vedute politiche e sui toni in sede di conferenze ed eventi i due candidati repubblicani alla Casa Bianca, Ted Cruz e Donald Trump, concordano su un punto: Wall Street è in bolla e prima o poi scoppierà. Il senatore del Texas, acerrimo rivale del magnate della finanza Donald Trump, ha dichiarato alla Cnbc che Wall Street è in una bolla creata dalle politiche accomodanti degli scorsi anni (e attuali) della Federal Reserve.

All’inizio di aprile anche Donald Trump aveva lanciato l’allarme sull’economia statunitense, dichiarando che questa è sull’orlo di una recessione imponente attirando così le ire degli analisti che invece hanno un’opinione decisamente contraria. In caso di vittoria dei repubblicani quindi, Wall Street potrebbe andare in contro ad uno storno molto pesante nonostante i tentativi della Federal Reserve di evitalo.

Wall Street: Ted Cruz e Donald Trump d’accordo sulla bolla in corso

Da mesi ormai Ted Cruz e Donald Trump si danno battaglia per la corsa repubblicana alla casa bianca. I due candidati del GOP, distanti sia sulla politica USA che sui toni utlizzati a comizi e apparizioni televisivi, sembrano aver trovato un punto di incontro: Wall Street è in bolla e presto si sgonfierà..

Il senatore del Texas si allinea quindi al pensiero di Donald Trump, il quale agli inizi del mese corrente aveva dichiarato che gli Stati Uniti sono sull’orlo di una recessione imponente che farà crollare la Borsa americana. Le esternazioni dell’eclettico magnate della finanza a stelle e strisce hanno attirato le ire degli economisti i quali invece vedono cenni di ripresa dell’economia statunitense.

Wall Street: Fed ha alimentato la bolla sui mercati - Ted Cruz

Ted Cruz, in un’intervento alla Cnbc, ha spiegato che le politiche monetarie accomodanti degli scorsi anni (e attuali) della Federal Reserve hanno creato una bolla sul mercato azionario. Il senatore del Texas ha precisato che la Fed, con le sue politiche monetarie, ha spinto l’acquisto delle azioni senza una base fondamentale reale. Questo, secondo Cruz, condurrà presto Wall Street a un imminente crash.

USA: Fed dovrebbe preoccuparsi di stabilizzare il Dollaro - Ted Cruz

Cruz ha poi parlato della politica monetaria della Federal Reserve, dichiarando che l’istituto centrale statunitense dovrebbe concentrarsi non a indebolire o a rivalutare il Dollaro ma bensì a cercare di stabilizzarlo per far finire le “montagne russe” sui tassi di cambio.

USA: ripresa economica è importante. La non-crescita crea problemi - Ted Cruz

Parlando dell’economia invece, Cruz ha detto che la sua prima priorità da presidente sarebbe quella di incoraggiare la crescita poiché una ripresa lenta dell’economia produce problemi irrisolvibili.

USA: Ted Cruz e Donald Trump alla prova New York

Ted Cruz martedì affronterà le primarie nello Stato di New York, nelle quali Donald Trump è visto come favorito data la sua stretta correlazione con la Big Apple.

Ieri il magnate americano ha scritto sulle colonne del Wall Street Journal, evidenziando come Ted Cruz abbia vinto in soli 3 Stati al di fuori del suo e aumentando di conseguenza il gap di preferenze con Trump. Il tycoon statunitense crede che a breve, la distanza di voti tra lui e Cruz aumenterà ancor di più dopo le primarie di New York.

Nonostante la rivalità tra i due, l’obiettivo dei repubblicani sembra essere quello di porre fine alla pericolosa bolla in cui Wall Street si muove saldamente nonostante i conti delle società siano in deciso calo (come Alcoa) e nonostante i dati trimestrali delle banche fatichino a battere le stime tagliate del 10% dagli analisti.

Fonte: Cnbc.com

Iscriviti alla newsletter

Trading online
in
Demo

Fai Trading Online senza rischi con un conto demo gratuito: puoi operare su Forex, Borsa, Indici, Materie prime e Criptovalute.

Money Stories