Chi è Dario Violi? Biografia e sondaggi del candidato M5S alle regionali in Lombardia

Chi è Dario Violi? La biografia e i sondaggi del candidato alle prossime elezioni regionali in Lombardia per conto del Movimento 5 Stelle.

Chi è Dario Violi? Biografia e sondaggi del candidato M5S alle regionali in Lombardia

Chi è Dario Violi? Biografia e sondaggi di quello che sarà il candidato del Movimento 5 Stelle alle prossime elezioni regionali in Lombardia che si terranno il 4 marzo assieme alle politiche.

Dopo un testa a testa all’ultimo voto con il deputato Massimo de Rosa, Dario Violi ha vinto le primarie online e sarà lui quindi a guidare la corsa al Pirellone del Movimento 5 Stelle. Vediamo allora la sua biografia e i sondaggi in merito a queste elezioni regionali in Lombardia.

Chi è Dario Violi? La biografia

Dario Violi nasce il 4 maggio del 1985 a Costa Volpino, paese di quasi 10.000 anime dell’Alto Sebino in provincia di Bergamo dove ha vissuto fino all’età di 19 anni per trasferirsi poi a Pavia dove si iscrive all’Università.

Nella città pavese si laurea di Scienze Politiche dopo anche un soggiorno a Cardiff, specializzandosi poi in Cooperazione Internazionale. Proprio a questo scopo, passa un periodo a Buenos Aires dove prende parte a un progetto di volontariato per la creazione di un servizio per l’impiego in uno dei quartieri più disagiati della capitale argentina.

Tornato in Italia nell’estate del 2009, Dario Violi si trasferisce a Bergamo dove vive tuttora assieme alla moglie Laura e ai suoi due figli. Qui inizia a lavorare come dipendente in un’azienda che si occupa di formazione professionale e incentivi alle imprese.

Anche se negli anni aveva preso parte a diversi progetti portati avanti dall’oratorio del suo paese e dalla Caritas, il grande passo per quanto riguarda le tematiche sociali e politiche avviene nel 2011 quando entra nel Movimento 5 Stelle di Bergamo.

In occasione delle elezioni regionali in Lombardia del 2013, Violi ottiene attraverso le primarie online la possibilità di far parte delle liste del Movimento 5 Stelle, venendo poi eletto al Pirellone dopo aver ottenuto 555 preferenze nella circoscrizione di Bergamo.

In Regione viene nominato membro della commissione Sanità e Politiche Sociali, Attività Produttive e Occupazione e infine anche della commissione speciale per il Riordino delle Autonomie.

Dopo questa prima esperienza politica, Violi quasi cinque anni più tardi decide di alzare il tiro presentandosi alle primarie del Movimento per la scelta del candidato governatore per quanto riguarda le prossime elezioni regionali.

Dopo la prima fase del voto, ecco che il consigliere viene designato dai 4.286 attivisti pentastellati che hanno partecipato alle primarie come candidato governatore. Alla fine la vittoria è arrivata per soli 7 voti.

Dario Violi infatti ha ricevuto 793 preferenze, mentre l’attuale deputato Massimo De Rosa si è fermato a 786. Toccherà a lui quindi rappresentare il Movimento alle prossime elezioni in Lombardia, un voto dove i grillini non partono tra i favoriti ma non di certo già sconfitti in partenza.

Le elezioni regionali in Lombardia

Le elezioni regionali in Lombardia, come quelle del Lazio, si terranno il prossimo 4 marzo, in concomitanza anche con il voto delle politiche così come avvenne cinque anni fa nel 2013.

Il governatore uscente Roberto Maroni ha annunciato che, per motivi personali, non si candiderà per un secondo mandato. Al suo posto correrà l’ex sindaco di Varese in quota Lega Attilio Fontana.

Il centrosinistra invece sarà rappresentato dal primo cittadino di Bergamo Giorgio Gori, che però difficilmente potrà contare sull’apporto di una sinistra che a giorni dovrebbe ufficializzare il proprio candidato.

Alle elezioni del 2013 il Movimento 5 Stelle, con Silvana Carcano come candidata, si fermò al 13,62%. Dopo cinque anni, i pentastellati hanno come obiettivo quello di raggiungere a una percentuale maggiore.

I candidati e i sondaggi

A gennaio si è definito il quadro dei candidati alle elezioni in Lombardia del prossimo 4 marzo. Oltre a Dario Violi, saranno altri sei gli aspiranti governatori in questa corsa al Pirellone.

Vediamoli allora nel dettaglio assieme ai partiti e le liste che li sostengono:

  • Attilio Fontana - Forza Italia, Lega, Fratelli d’Italia, Noi con l’Italia-UdC- Energie per l’Italia, Partito Pensionati, Rivoluzione Cristiana e Movimento Nazionale per la Sovranità
  • Giorgio Gori - Partito Democratico, Italia dei Valori, Civica Popolare, PSI, Verdi, +Europa, Lombardia Progressista-Sinistra per Gori e Lista Civica per Gori Presidente
  • Dario Violi - Movimento 5 Stelle
  • Onorio Rosati - Liberi e Uguali
  • Giulio Arrighini - Grande Nord
  • Massimo Gatti - Sinistra per la Lombardia
  • Angela De Rosa - CasaPound

Lo scorso agosto l’istituto Winpoll ha realizzato, per conto del quotidiano Libero, un sondaggio dove si chiedeva ai lombardi per quale partito avessero intenzione di votare alle prossime elezioni regionali.

Un’altra indagine resa nota a inizio gennaio e realizzata sempre dall’istituto Winpoll, andrebbe a indicare una situazione più delineata rispetto al precedente.

La stabilità di Violi attorno al 17% viene rimarcata anche da un sondaggio realizzato dall’istituto Index Research e reso noto in data 1 febbraio durante la trasmissione PiazzaPulita.

Alla luce dei due sondaggi, Dario Violi potrebbe migliorare il risultato del Movimento 5 Stelle. La speranza comunque è quella di sfruttare anche il traino delle concomitanti politiche per compiere un autentico exploit.

Iscriviti alla newsletter per ricevere le news su Elezioni regionali Lombardia 2018

Condividi questo post:

Commenti:

Trading online
in
Demo

Fai Trading Online senza rischi con un conto demo gratuito: puoi operare su Forex, Borsa, Indici, Materie prime e Criptovalute.