Agenda macro 11 dicembre 2018: giornata di sondaggi per le imprese, indici ZEW e NFIB

Oggi tra i dati economici presenti sul calendario macro i più significativi riguardano Regno Unito, Germania ed Eurozona per il rilascio degli indicatori ZEW. Oltreoceano si attendono invece i dati sui prezzi alla produzione e l’indice NFIB sull’ottimismo delle piccole imprese statunitensi

Agenda macro 11 dicembre 2018: giornata di sondaggi per le imprese, indici ZEW e NFIB

Tra i dati macro presenti sul nostro calendario economico oggi il focus degli investitori sarà rivolto inizialmente Oltremanica per il rilascio del dato sul tasso di disoccupazione.

A seguire le letture ZEW sia per la prima economia dell’area euro che per l’Eurozona, relative al mese di dicembre. Per gli Stati Uniti, invece, gli unici dati degni di nota sono l’indice NFIB delle piccole imprese e le letture sui prezzi alla produzione di novembre.

Regno Unito: tasso di disoccupazione ILO

Questa mattina è atteso il dato ILO sul tasso di disoccupazione relativo al mese di ottobre. Gli analisti censiti da Bloomberg non si aspettano variazioni significative rispetto la lettura precedente pari al 4,1% che confermerebbe il recente aumento della disoccupazione già registrato nel mese di settembre.

Indici ZEW per Germania ed Eurozona

Gli indici ZEW che verranno rilasciati oggi riguarderanno la Germania e l’Eurozona. Relativamente alla Germania gli analisti censiti da Bloomberg attendono un dato sulla situazione corrente in forte calo a 55 punti contro ii 58,2 punti della lettura precedente. Male anche la lettura sulle aspettative che viene stimata in calo a -25 punti contro i -24,1 punti della misurazione precedente. Per quanto riguarda la lettura della situazione corrente vale la pena notare che il dato effettivo durante le ultime due misurazioni di ottobre e novembre si sia rivelato sempre al di sotto delle stime, così come per le misurazioni di giugno e luglio. Per il dato sulle aspettative la situazione è ancora peggiore. Dopo la lettura di ottobre, la quale aveva evidenziato un dato effettivo al di sopra del consensus, per la lettura di oggi gli analisti si aspettano un ulteriore calo, che se dovesse essere confermato dal dato definitivo, porterebbe l’indice sulle aspettative ai livelli registrati durante il mese di agosto 2012. Situazione analoga per il dato sulle aspettative riguardante l’economia aggregata del Vecchio continente: dalla lettura precedente pari a -22 punti quella attesa è pari -23,2 punti, valore di minimo registrati durante il terzo trimestre del 2012.

Stati Uniti: indice NFIB sull’ottimismo delle piccole imprese e prezzi alla produzione

Oltreoceano gli unici dati degni di nota riguardano l’ottimismo delle piccole imprese e i dati sui prezzi alla produzione relativi al mese di novembre. Il dato NFIB Small Business Optimism rilasciato dalla National Federation of Independent Business, è atteso in contrazione a 107 punti dai 107,4 punti della misurazione precedente. Gli analisti censiti da Bloomberg si aspettano dunque una prosecuzione del calo della fiducia delle piccole imprese dopo il valore massimo registrato con la lettura di agosto a 108,80 punti. Il dato effettivo, dalla misurazione di aprile, si è sempre dimostrato sopra le attese degli analisti eccetto per le ultime rilevazioni di settembre ed ottobre, che hanno evidenziato un dato effettivo rispettivamente pari a 107,9 e 107,4 punti contro i 108,25 e i 108 punti di consensus. A concludere la giornata degli appuntamenti macro il dato relativo ai prezzi alla produzione del mese di novembre. Le stime sono per un generale calo delle letture fatta eccezione per il dato core che esclude alimenti ed energia, misurazione che dovrebbe rimanere invariata allo 0,2%. La lettura più significativa sarà quella sulla domanda finale su base mensile che gli analisti stimano in forte contrazione allo 0% contro lo 0,6% del dato di ottobre, valore più alto registrato durante l’anno.

Iscriviti alla newsletter per ricevere le news su Punto macro

Condividi questo post:

Trading online
in
Demo

Fai Trading Online senza rischi con un conto demo gratuito: puoi operare su Forex, Borsa, Indici, Materie prime e Criptovalute.