Medie Mobili

Le medie mobili sono uno strumento di base per l’analisi tecnica dei mercati finanziari poiché necessarie per leggere i grafici dell’andamento del mercato.
Le medie mobili sono uno strumento utilizzato da tutti i trader, siano essi dei neofiti della materia o degli investitori esperti.
Questo strumento è infatti necessario per eliminare i rumori del mercato e avere un andamento pulito, eliminando i trend altalenanti.

Una media mobile è calcolata su un determinato lasso di tempo, mettendo in luce l’andamento dei prezzi nell’intervallo di tempo che si è deciso di analizzare.
Ad esempio, una media mobile a 20 giorni indicherà la media dei prezzi degli ultimi 20 giorni di contrattazione aggiornandosi con i nuovi dati risultanti dalle nuove sedute borsistiche.

Le medie mobili vengono in genere utilizzate a coppie o a tre con periodi di calcolo differenti, il loro incrocio genererà segnali di vendita o di acquisto. Esistono vari tipi di medie mobili:

  • semplici,
  • esponenziali,
  • ponderate,
  • adattive.

Le medie mobili semplici, le più utilizzate, si calcolano tramite la media aritmetica dei prezzi di n periodi.
Le medie mobili esponenziali invece, corrispondono alla media mobile semplice ponderata per il peso della datazione dei prezzi. Verrà infatti dato maggior peso ai prezzi più recenti e meno a quelli vecchi.

Le medie mobili ponderate sono simili a quelle esponenziali in quanto i prezzi vengono moltiplicati per il numero del giorno a cui corrisponde il prezzo.
Ad esempio, il prezzo della chiusura del 3° giorno verrà moltiplicato per 3, il 4° per 4 e via discorrendo per dare un maggior peso ai prezzi più recenti.

Le medie mobili adattive invece sono delle medie mobili che si adattano alla velocità del mercato rendendo le medie più affidabili nella generazione di segnali.

Medie Mobili, ultimi articoli su Money.it

Forex: Euro-dollaro sui minimi da giugno 2017, possibile un mini rimbalzo

L’attuale area di negoziazione è fondamentale per le sorti future dell’Eur/Usd. Per l’analisi tecnica se la candela di questa settimana dovesse chiudersi più in basso di 1,12 le strategie operative più naturali potrebbero essere quelle short, con ingressi strutturati su ogni rimbalzo o tentativo di pullback

Wall Street: comincia la correzione, investitori corrono al riparo

Uno strumento poco considerato, ma molto in voga fra gli amanti dell’analisi tecnica: l’open interest. Quello sulle opzioni put con sottostante l’S&P 500 è salito di quasi 200 punti in meno di un mese. Qualcuno sta cercando protezione da un eventuale nuovo crollo di Wall Street

Piazza Affari: FTSE Mib attacca la MM a 50 periodi, focus sui 23.000 punti

A due settimane dal voto Piazza Affari non riesce a districarsi dalla fase interlocutoria in cui versa il mercato. L’indice FTSE Mib questa mattina è partito bene, portando un primo attacco alla media mobile a 50 periodi ma un primo segnale di distensione arriverebbe solo sopra 23.000 punti.

|