Assegno di mantenimento

L’assegno di mantenimento è un contributo economico che deve essere corrisposto da parte di un coniuge o di un genitore a favore dell’altro in caso di separazione, divorzio, o necessità.

L’istituto dell’assegno di mantenimento viene disciplinato dall’art 156 c.c. ed è un provvedimento disposto dal giudice a favore del coniuge a cui non è addebitabile la separazione e che non possa disporre di sufficienti redditi propri, ma può essere anche deciso liberamente dalle parti con la sottoscrizione di un accordo.

L’assegno di mantenimento, a differenza dell’assegno di alimenti, serve a garantire al coniuge a favore di cui viene disposto la possibilità di mantenere un tenore di vita proporzionato alla propria condizione economica.

Assegno di mantenimento, ultimi articoli su Money.it

Chi deve mantenere i figli?

Simone Micocci

4 Maggio 2018 - 14:03

Chi deve mantenere i figli?

L’obbligo di mantenimento e assistenza nei confronti dei figli spetta, come stabilito dall’articolo 147 del Codice Civile, ai genitori. Ciò vale anche in caso di divorzio e per i figli maggiorenni.

Assegno di mantenimento: cosa rischia chi non paga?

Anna Maria D’Andrea

6 Aprile 2018 - 17:29

Assegno di mantenimento: cosa rischia chi non paga?

Chi non paga l’assegno di mantenimento dal 6 aprile 2018 rischia caro: entra in vigore il nuovo articolo 570 bis del Codice Penale che prevede fino ad un anno di carcere e una multa fino a 1.000 euro.